Filetto di capriolo all’uva bianca

filetto-di-capriolo-alluva-biancaPiatto tipicamente invernale diffuso soprattutto nelle regioni nordiche dove è facile reperire la selvaggina di cacciagione;  pietanza dal gusto deciso accompagnato da abbondante uva bianca che smorza con la sua dolce acidità il sapore selvaggio del capriolo che vive allo stato brado. Quello che vi proponiamo non ha un grado di difficoltà elevato ed il risultato vi assicuro sarà apprezzato…

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di filetto di capriolo;
5 carote;
4 cipolle,
2 spicchio d’aglio,
800 gr di uva bianca,
pepe in grani,
sale q.b.;
olio d’oliva;
una noce di burro;
un rametto di timo;
un bicchiere di Marsala,
due foglie d’alloro.

Procedimento:

Procurarsi una pirofila da forno abbastanza alta, dopo aver leggermente battuto il filetto adagiarlo sul fondo e ricoprirlo con gli acini di uva precedentemente lavati; unire le cipolle tritate sottili e una noce di burro con un po’ d’olio d’oliva, proseguire con uno strato di carote tagliate a rondelle molto sottili; mettere tutto in forno coprendo per metà cottura con un foglio di alluminio per una cottura più uniforme e che soprattutto non asciughi il filetto. Controllare di tanto in tanto e quando il tutto appare morbido togliere l’alluminio che ricopre la pirofila e procedere con la cottura per un altro quarto d’ora circa. Una volta cotto il filetto metterlo da parte e versare il fondo di cottura in una padella antiaderente, salare pepare, aggiungere l’alloro, il timo e il marsala e far addensare la salsa, unirvi poi la carne per farla insaporire ed impiattare adagiando sul fondo la salsa e sopra il filetto tagliato a fette.

Nota Bene:

Il Capriolo adulto pesa circa 25 kg, con una carne tenera, saporita e di profumo gradevole, specialmente se giovane la carne di capriolo risulta particolarmente magra (2% di grassi) e ha un elevato contenuto proteico (22%). Le parti più tenere sono I cosciotto e le costolette. La parte del capriolo giovane che si può arrostire con risultati migliori è la sella, le costolette si possono grigliare o arrostire in padella; per quanto riguarda la spalla e la coscia sono invece consigliabili altre ricette.