|⇨ Bassi Salte

Bassi Salte

Il Bassi Salte è il caratteristico primo piatto che abbiamo scelto per aprire il nostro consueto appuntamento settimanale con la nostra rubrica la cucina dal mondo, volta a scoprire i piatti migliori delle varie culture gastronomiche sparse per il mondo.


Il Bassi Salte è uno squisito primo piatto appartenente alla cultura e tradizione gastronomica senegalese. Questo caratteristico primo piatto è realizzato con ingredienti semplici ed abbastanza comuni anche alle nostre latitudine, questo fa sì che anche da noi possa essere realizzato senza troppi problemi. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter preparare alla perfezione il Bassi Salte.

Ingredienti per 6 persone:

per il brodo:
– 1 pollo grande tagliato in sei parti (o 1000 gr di carne di montone a pezzi)
– 2 porri sminuzzati
– 250 gr cipolla tritata
– 1 cetriolo
– 250 gr zucca
– 3 melanzane (possibilmente quelle africane)
– 3 pomodori maturi
– 500 gr patate dolci
– 150 gr fagioli bianchi lessati
– 3 carote
– 2 rape bianche
– 1 bouquet garni (timo, alloro, prezzemolo, sedano)
– 1 peperoncino africano pili-pili
– 3 cucchiai olio d’arachidi
– sale
– pepe
per la semola:
– 500 gr semola di grano (o semola di miglio)
– 1 lime spremuto per la cottura del miglio
– 100 gr uvetta sultanina
– 6 fichi secchi tagliati a pezzi
– 12 datteri snocciolati
– 2 banane secche tagliate a rondelle
– 1 cucchiaio polvere di baobab (facoltativo)

Procedimento:

Sbucciate e tagliate le verdure in grossi pezzi, tranne la zucca e le melanzane alle quali lascerete la pelle. Nella parte bassa della couscoussiera fate riscaldare l’olio quindi mettete a dorare a fuoco vivo la carne con le cipolle e i porri. Mescolate bene. Aggiungete tutte le verdure sistemando le più delicate per ultime. Coprite con due litri d’acqua salata, aggiungete il bouquet garni, il peperoncino ed il pepe. Coprite e lasciate cuocere per un’ora e trenta prima di passare alla cottura della semola. Versate la semola il un contenitore ampio. Ungetevi le mani d’olio d’arachidi e lavoratela con il palmo della mano, facendola scivolare tra le dita. Bagnate la semola con acqua fredda non salata continuando a ‘sgranarla’ in modo da evitare la formazione di grumi. Se invece utilizzate la semola di miglio, la prima lavorazione dei grani va fatta aggiungendo il succo di lime all’acqua I grani devono essere ben separati tra loro. Bagnate di tanto in tanto continuando a manipolare. Lasciatela quindi riposare per quindici minuti prima di ripetere l’operazione. A questo punto ungete leggermente l’interno dalla parte alta della couscoussiera e versatevi dentro la semola prima di metterla a cuocere sul vapore della carne e delle verdure, senza coperchio. Dopo dieci, quindici minuti versate la semola in contenitore ampio, lasciatela sfreddare brevemente, bagnatela con acqua tiepida salata, e lavoratela con le mani per evitare la formazione di grumi. Rimettete la semola nella couscoussiera insieme alla frutta secca e alla polvere di baobab. Proseguite la cottura a vapore per altri dieci minuti. A questo punto aggiungete al brodo di cottura i fagioli lessi. Servite il piatto in due vassoi separati. Da una parte sistemerete la semola con la frutta secca, dall’altra mettete le verdure su uno strato di fagioli.