Quaglie all’uva

quaglie-alluvaLa carne di quaglia è una carne selvatica da penna dal sapore gustoso e prelibato. Va consumata fresca entro un paio di giorni dall’acquisto. Si cucina in molti modi, al forno con patate, in padella, ripiene o allo spiedo. Oggi vi propongo una ricetta facile anche se un po’ lunga nei tempi per via della marinatura.

Ingredienti per 6 persone:

6 quaglie pulite;
un gambo di sedano;
una carota;
una cipolla
12 fette di pancetta;
un limone;
olio d’oliva;
un mazzetto di salvia;
un bicchiere di vino rosso secco;
un grappolo di uva nera;
2 cucchiai di concentrato di pomodoro;
sale q.b.;
un gambo di sedano;
2 carote;
una cipolla;
un rametto di salvia;
un rametto di rosmarino;
alcune foglie di alloro;
500 mill. di vino rosso;

Procedimento:

Pulire, lavare e porre le quaglie in una capiente terrina in ceramica o terracotta.  Preparare una marinata con un gambo di sedano tagliato a tocchetti, una cipolla tagliata a spicchi, una carota tagliata a rondelle, qualche foglia di salvia intera, un mazzetto di rosmarino, alcune foglie di alloro, una manciata di sale e mezzo litro di vino rosso e versare il tutto sulle quaglie precedentemente pulite, lavate e adagiate in una terrina di ceramica o di terra cotta e lasciare riposare per almeno 12 ore. Quindi scolare le quaglie e massaggiarle con una noce di burro e una foglia di salvia della marinata, chiuderle con spago da cucina dopo averle avvolte nella pancetta e farle rosolare insieme ad un trito di sedano, carota, cipolla, la scorza grattugiata del limone, salvia e olio d’oliva. Quando sono dorate sfumarle con abbondante vino rosso abbassando il fuoco in modo da far insaporire per qualche minuto. Aggiungere gli acini d’uva, salare, pepare e cuocere, a fuoco bassissimo e tegame coperto, sino a che l’uva non risulterà essere completamente appassita. Unire infine il concentrato di pomodoro, lasciar rapprendere e servire le quaglie adagiandole sul piatto da portata, bagnandole con il sugo di cottura e decorandole con acini di uva ancora freschi.