Melanzane ripiene di couscous

Concludiamo il nostro cammino odierno proponendovi le melanzane ripiene di couscous, un contorno anche questo da realizzare grazie all’infallibile Kenwood Chef, uno dei robot da cucina tra i più conosciuti e diffusi in Italia. Uno dei primi riferimenti scritti al couscous viene dall’anonimo autore di un libro di cucina dell’al-Andalus, la Spagna musulmana del XIII secolo, il Kitāb al-tabīkh fī al-Maghrib wa l-Andalus, che dà una ricetta per il cuscus. Il piatto fu creato in Marocco. Il cuscus era noto anche nel sultanato di Granada dei Nasridi. Sempre nel XIII secolo uno storico siriano di Aleppo cita il couscous in quattro occasioni. Queste citazioni così antiche mostrano che il couscous si diffuse rapidamente, ma che in generale esso era comune soprattutto nell’occidente islamico fino alla Tripolitania, mentre più ad est, a partire dalla Cirenaica, la cucina era soprattutto di tipo egiziano, in cui il couscous costituiva solo un piatto occasionale.

Uno dei primi riferimenti al cuscus in Europa settentrionale è in Bretagna, in una lettera datata 12 gennaio 1699. Ma già molto tempo prima esso aveva fatto la sua comparsa in Provenza, dove il viaggiatore Jean Jacques Bouchard scrive di averlo mangiato a Tolone nel 1630.

Oggi, il couscous è conosciuto in Egitto e nel Vicino Oriente, ma in Marocco, Algeria, e Tunisia, il couscous è il piatto-base e grazie alla globalizzazione, questo piatto è conosciuto e mangiato un po’ in tutto il mondo.

Dire altro su questo piatto, in questa sede, sarebbe superfluo, ci limitiamo a dire che il couscous è un alimento molto flessibile e sano ed oggi lo faremo diventare uno degli ingredienti di un originalissimo contorno.

Ingredienti per 4 persone:

– 2 melanzane, tagliate a metà
– 45 ml (3 cucchiai) di olio d’oliva
– sale e pepe nero macinato al momento
– 50 g di couscous
– 75 g di funghi champignon piccoli
– 25 g di pinoli, leggermente tostati
– 8 ciuff di basilico
– 8 ciuff di prezzemolo
– 4 di pomodori secchi sott’olio, scolati e
– tagliati grossolanamente
– 4 cipollotti freschi, tritati
– 50 olive nere snocciolate
– 1 spicchio d’aglio schiacciato

Per la salsa alla panna:
– 150 g di panna da cucina
– scorza grattugiata e succo di 1 lime
– 30 ml di salsa al pesto

Procedimento:

Scalda il forno a 220°C. Taglia le melanzane a metà nel senso della lunghezza. Incidi e scava la polpa attorno ai bordi, facendo attenzione a non rompere la buccia. Usa metà della dose di olio d’oliva per spennellare le melanzane, quindi disponile su una placca da forno, cospargile di sale e passale in forno per 15-20 minuti, fino a quando la polpa sarà diventata morbida e tenera. Abbassa la temperatura a 190°C. Versa il couscous in una terrina e coprilo con 150 ml di acqua bollente. Mettilo da parte e lascia che si gonfi. Monta il disco per affettare grossolanamente sul Food Processor e affetta i funghi. Monta poi la lama universale, aggiungi metà della dose di pinoli, il basilico e il prezzemolo e trita. Versa il trito nel couscous, aggiungendo anche i pomodori secchi, le olive snocciolate, il resto dei pinoli interi e l’aglio. Svuota le melanzane e tritane finemente la polpa servendoti della lama universale. Incoporala nel couscous e suddividi il composto così ottenuto nelle mezze melanzane svuotate. Disponi le melanzane in una pirofila poco profonda, irrorale con il restante olio e inforna per 15 minuti. Nel frattempo, mescola la panna con il succo e la scorza grattugiata del lime. Guarnisci questa salsa con il pesto e servitela per accompagnare le melanzane ripiene.