Mondeghili

Proseguiamo la nostra proposta odierna con un secondo, anche questo da realizzare grazie al Kenwood Chef, uno dei robot da cucina tra i più conosciuti e diffusi in Italia. Stiamo parlando dei Mondeghili. Mondeghili e la sua rara forma al singolare, mondeghilo, sono una delle parole che centocinquant’anni di dominazione spagnola hanno lasciato nel dialetto di Milano. A questo riguardo, Francesco Cherubini nella sua opera Dizionario Milanese-Italiano (Milano 1839), scrive: “Mondeghili: specie di polpette fatte con carne frusta, pane, uovo, e simili ingredienti”. I castigliani chiamarono questa preparazione “albondiga”. Da quest’ultimo termine, noi milanesi avremmo ricavato la parola albondeguito che, successivamente, diventò albondeghito, per arrivare nel tempo a “mondeghilo”. Oggi scopriremo come realizzare questo piatto tipico della città di Milano.

Ingredienti per 4 persone:

– 400 gr di avanzi di carne di manzo bollito
– 100 gr di salsiccia
– 100 gr di mortadella di fegato cotta
– 80 gr di parmigiano
– Burro per friggere
– 2 uova
– Prezzemolo q.b.
– 2 spicchi di aglio
– 1 panino raffermo
– ½ bicchiere di latte
– Pane grattugiato
– Noce moscata q.b.
– Sale e pepe

Procedimento:

Nella presa frontale montare il tritacarne, utilizzando un disco fine e macinare la carne di manzo, la salsiccia e la mortadella di fegato cotta. Montare il tritatutto ed inserire nel bicchiere le foglie di prezzemolo e gli spicchi di aglio. Tritare finemente. Nella presa frontale montare l’accessorio grattugia, per grattugiare il parmigiano reggiano e tenerlo da parte. Montare il gancio a spirale. Nella ciotola inox inserire le carni macinate, le uova, il trito di prezzemolo e aglio, il panino ammorbidito nel latte, il parmigiano grattugiato e regolare di sale e pepe. Avviare a velocità 3 fino a quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati. Formare le polpette della grandezza di un uovo e passarle nel pane grattugiato facendolo aderire. Nella ciotola inox inserire il burro e impostare la temperatura a 80°C; quando sarà in temperatura inserire nella ciotola 2 o 3 polpette alla volta e friggerle fino a completa colorazione; lasciar asciugare su carta assorbente e servire ben calde.