Medaglioni di cervo

Una ricetta quella di oggi, un po’ particolare, che vede l’uso del cervo la cui reperibilità non è facile ma che ha un sapore unico e una qualità indiscussa. Non tutte le macellerie ce l’hanno ma quelle più fornite vi assicuriamo che la propongono ai clienti più esigenti. Quindi chi avesse voglia di riprodurre questo piatto si armi di buona volontà e voglia di ricerca e sicuro troverà tutto l’occorrente. La pietanza è un pochino inusuale ma molto semplice da preparare, in un abbinamento di sapori che vi darà parecchie soddisfazioni.

Ingredienti per 4 persone:

– 500 gr di filetto di Cervo;
– 350 gr di fichi viola freschi;
– vino rosso;
– timo;
– rosmarino;
– olio extravergine d’oliva;
– uno spicchio d’aglio;
– una cipolla di Tropea;
– sale e pepe q.b.

Procedimento:

Prima di tutto vi consiglio di preparare la salsa di accompagnamento. Prendete una padella, versatevi un filo d’olio extravergine di oliva, e fatevi soffriggere un spicchio d’aglio e mezza cipolla tritata finemente. Dopo un paio di minuti che questa si è imbiondita e ammorbidita, prendete i fichi che avrete sbucciato preventivamente, e aggiungeteli in padella spezzettandoli con le mani. Fateli saltare per qualche attimo a fiamma viva e sfumateli con un bicchiere di vino rosso.

Abbassate la fiamma e fate proseguire la cottura finché i fichi non cominceranno a sciogliersi, regolate di sale e pepe, e quando la salsa sarà della consistenza di una sorta di marmellata, spegnete il fuoco. Nel caso in cui la vostra “salsetta” dovesse asciugarsi troppo durante la cottura, potete tranquillamente aggiungerci ancora un po’ di vino per diluirla un pochino, l’importante è che lo facciate bollire per privarlo della componente alcolica.

Quindi passate al filetto. In una casseruola mettete un filo d’olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio, un rametto di rosmarino e qualche fogliolina di timo, si creerà un olio aromatizzato alle erbette che farete soffriggere per qualche istante. Qui farete cuocere i medaglioni di cervo, che avrete ricavato affettando il filetto. La cottura dovrà avvenire a fiamma viva. I medaglioni dovranno essere dell’altezza di 2 cm, e dovranno cuocere 3 minuti per parte, in modo che siano ben rosolati all’esterno e cotti al punto giusto all’interno con un colore tendente al rosa; mi raccomando non esagerate con la cottura “al sangue”, il cervo non è il manzo, ha delle carni che non si prestano ad essere troppo tendenti al crudo, non dovrà essere cotto troppo ma neanche troppo poco.

Quando i medaglioni saranno a puntino potete servirli, impiattateli con la “salsetta” ai fichi in abbinamento. Per adornare il piatto potete usare qualche rametto di rosmarino e alcuni “spicchietti” di fico fresco, che oltre ad essere belli dal punto di vista visivo, saranno anche molto piacevoli da gustare per pulirsi la bocca in chiusura pasto.