Agnolotti di Re Umberto

Questa settimana vi proponiamo una ricetta che ci invia la nostra amica Adele che ci conquisterà con i suoi agnolotti. Prima di cederle la parola vi ricordiamo che chiunque può inviarci le proprie ricette utilizzando l’apposito modulo di contatto che trovate nella sezione “come contattarci”.

[…] Voglio proporvi una ricetta che nella mia famiglia ci tramandiamo di generazione in generazione. Ricetta che ho appreso direttamente da mia nonna. Se amate gli agnolotti e vi piacciono le preparazioni ricche, questa è la ricetta che fa per voi.

Ingredienti per 6 persone:

Per La Pasta:

– 400 G Farina
– Sale
– 4 Uova

Per Stendere La Sfoglia:

– Farina

Per Il Ripieno:

– 1 Cavolo Verza Di 800 G
– 80 G Burro
– 1 Spicchio Aglio
– 1 Cipolla
– 230 G Fesa Di Vitello
– 250 G Polpa Di Maiale
– 2 Foglie Alloro
– 1 Rametto Rosmarino
– 3 Foglie Salvia
– Sale
– Pepe
– Noce Moscata
– 1/2 Bicchiere Vino Bianco
– 200 G Prosciutto Crudo
– 150 G Formaggio Sbrinz
– 1 Uovo

Per Condire:

– 100 G Burro
– Alcune Foglie Salvia

Procedimento:

Mettete sulla spianatoia gli ingredienti per la preparazione della pasta fresca. Lasciate quindi riposare la pasta per 30 minuti, coprendola con un panno umido. Nel frattempo lavate e sgocciolate accuratamente le foglie di verza, poi riducetele a striscioline. Ponete al fuoco, in una casseruola di terracotta, il burro e fatevi appassire un trito finissimo di aglio e cipolla. Affettate sottilmente il vitello e il maiale e uniteli al trito. Fate rosolare il tutto, poi aggiungete la verza, l’alloro, il rosmarino, qualche foglia di salvia, una presa di sale, un pizzico di pepe e un pochino di noce moscata grattugiata. Irrorate con il vino bianco e fate cuocere per 20-25 minuti, mescolando di tanto in tanto. A cottura ultimata il sugo dovrà essere completamente asciugato. Asportate gli odori e passate il resto al tritacarne, unitamente al prosciutto. Raccogliete il trito in una terrina. Unite infine lo Sbrinz e l’uovo, quindi amalgamate il composto, mescolando con un cucchiaio di legno. Dopo aver steso la pasta, sulla spianatoia infarinata, in una o più sfoglie sottili, preparate gli agnolotti. Fateli lessare in acqua bollente salata, scolateli, conditeli con il restante burro fuso a color nocciola e profumateli con qualche foglia di salvia fresca.