Zucca rossa in agrodolce

La zucca rossa in agrodolce  è un antico piatto palermitano che viene alla luce sulle bancarelle dei venditori ambulanti della Vucciria, uno dei mercati più antichi e popolari  della città.
In questo mercato molto particolare, è facile imbattersi nelle più svariate e colorite forme di commercio tra le quali oggi vogliamo tirar fuori questo piatto. E’ diventato uno dei piatti più rappresentativi della cucina palermitana per il suo sapore agrodolce dato dall’accostamento dello zucchero con l’aceto.

Ingredienti per 4 persone:

– 500 gr di zucca rossa;
– olio extravergine d’olive;
– 1 spicchio d’aglio;
– qualche foglia di menta;
– ¼ di bicchiere  di aceto;
– un cucchiaio  scarso di zucchero;
– sale q.b.

Procedimento:

Sbucciare la zucca ed eliminare i semi, tagliarla a fette spesse circa un centimetro e friggerle. A cottura ultimata sistemare le fette in un piatto. Nell’olio di frittura rimasto, unire l’aglio tagliato a fettine e farlo rosolare facendo attenzione a non farlo imbiondire. A questo punto rimettere nella padella la zucca fritta, aggiustare di sale e versare l’aceto nel quale avremo sciolto lo zucchero. Fare sfumare l’aceto a fiamma vivace, quindi aggiungere le foglioline di menta e adagiare su un piatto di portata. Servire freddo.