Tourtière

TourtièrePer il nostro consueto appuntamento con le ricette dal mondo, torniamo a parlare di cucina canadese tipicamente regionale, le cui origini sono legate al dominio inglese e alla cucina americana, ma sono presenti influenze o rinescenze della cucina francese. Nell’ovest del paese, la cucina è stata influenzata, oltre da quelle già citate, anche dalla cucina italiana, ucraina, polacca e scandinava.

Il Québec ha mantenuto forti influenze francesi che hanno contribuito a creare una cucina varia e più leggera di quella del resto del Paese. Nelle grandi città, soprattutto a Montréal, vi sono rappresentanze delle cucine di tutto il mondo. Sono piatti tipici le fave al lardo, lo stufato di zampone e soprattutto la tourtière, un pasticcio a base di selvaggina ed è proprio di questo piatto che oggi vi parleremo.

Ingredienti:

Per la sfoglia:
400 gr di farina 00
2 cucchiaini di cremor tartaro
1 cucchiaino di sale
250 gr di margarina (o burro)
250 ml di latte

Per la farcia:
500 gr di carne di manzo macinata
500 gr di carne di maiale (lonza)
10 – 12 chiodi di garofano
1 cucchiaio di timo
1 cipolla
2 spicchi d’aglio
sale q.b.

Procedimento:

Preparare la sfoglia (pasta brisée salata): formare una fontana con la farina; aggiungere la margarina a fiocchi (o il burro) lasciata a temperatura ambiente per qualche tempo, il latte, il cremor tartaro ed il sale. Mescolare tutto dapprima con una spatola di legno finché l’impasto non comincia a stare insieme, poi impastare con le mani infarinate, ma non troppo a lungo. Dividere l’impasto in due parti, avvolgerle nella pellicola e lasciare in frigo per almeno mezz’ora. Nel frattempo preparare la farcia: frullare la carne di maiale fatta a pezzetti nel mixer, mescolarla con la macinata di manzo e mettere tutto in una pentola. Ridurre in polvere i chiodi di garofano nel mortaio, tritare la cipolla e spremere l’aglio. Aggiungere le spezie alla carne, salare a piacere e fare prendere colore a fuoco medio senza aggiungere condimenti. Aggiungere 2 bicchieri d’acqua (200 ml), abbassare la fiamma, coprire e cuocere per circa mezz’ora. Stendere una delle sfoglie e foderare un tegame da forno con cerniera, lasciando cadere l’eccesso di pasta oltre il bordo. Aggiungere la farcia, pareggiandola con il cucchiaio. Stendere l’altra sfoglia e coprire. Pareggiare la sfoglia, formare un cordoncino con il bordo, quindi sigillare con i rebbi di una forchetta. Infornare in forno preriscaldato a 230 gradi. Dopo 10 minuti, abbassare la temperatura a 175 gradi e cuocere per altri 20 minuti. Lasciare raffreddare prima di servire.