|⇨ Tajine barragog

Il Tajine barragog deve il suo alla tajine, un tanto particolare quanto caratteristico tegame in terracotta smaltata con un coperchio conico che si usa nella cucina marocchina per cuocere lentamente stufati di carne sopra il fuoco.


La struttura caratteristica del coperchio di questo tegame è di forma conica impedisce l’evaporazione rendendo, così facendo, lo stufato morbidissimo e succosissimo. Il Tajine barragog solitamente va servito con del couscous bollito o dei ceci lessati. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter realizzare al meglio il nostro Tajine barragog.

Ingredienti:

– 1 kg 1/2 di spalla di agnello a pezzi
– 500 gr di prugne snocciolate
– 100 gr di mandorle
– 2 cipolle
– 2 spicchi di aglio
– 2 cucchiaini di cannella in polvere
– 1 bastoncino di cannella
– 1 cucchiaino di zenzero in polvere
– 1 bustina di zafferano
– 3 cucchiai di olio di semi
– 2 cucchiai di miele

Procedimento:

Per prima cosa fate gonfiare le prugne in un po’di acqua per circa un’ora. Mettete in una casseruola la carne con l’olio, lo zenzero, lo zafferano, la cannella in polvere, il sale, il pepe, le cipolle e l’aglio tritati finemente. Mescolate bene in modo che la carne incominci a prendere colore, poi coprite con dell’acqua e fate bollire piano, piano a fuoco basso per circa due ore incorpechiata. Se ce ne fosse bisogno, aggiungete dell’altra acqua in modo che la carne risulti sempre coperta. Quando l’agnello è cotto aggiungete le prugne scolate, il bastoncino di cannella ed il miele. Date una bella mescolata e continuate la cottura per un’altra mezzora in modo che il sugo si riduca un poco. Guarnite con le mandorle che avete fatto dorare in una padella antiaderente.