|⇨ Fagottini di carciofi

A più riprese vi abbiamo parlato delle proprietà benefiche e curative dei carciofi e di quanto importante sia la loro presenza nell’alimentazione umana.


Quest’oggi facciamo una doverosa precisazione che va ad integrare quando detto fino ad ora.

La grande richiesta di carciofi sul mercato induce i grandi produttori all’impiego di sostanze non propriamente benefiche, per non dire tossiche; è necessario quindi, anche a scapito di un costo maggiore, l’acquisto di prodotti di sicura provenienza biologica. Infine, una raccomandazione alle mamme che allattano o che sono in procinto di farlo: meglio astenersi dal consumare carciofi in tale periodo, in quanto riducono la produzione di latte.

Detto questo passiamo a vedere come fare a realizzare un eccellente antipasto a base di carciofi. Scopriamo cosa serve e cosa fare per realizzare i Fagottini di carciofi.

Ingredienti per 4 persone:

– 150 G Farina
– Sale
– 3 Uova
– 90 G Burro
– 4 Carciofi
– 1 Limone (succo)
– 100 G Prosciutto Cotto
– 50 G Formaggio Emmenthal
– 1 Mazzetto Basilico

Per Stendere La Pasta:

– Farina

Procedimento:

Disponete la farina a fontana sulla spianatoia e spolverizzatela di sale; nell’incavo centrale mettete un uovo e 70 g di burro morbido a pezzetti. Cominciate ad impastare gli ingredienti, unendo, se occorre, anche un paio di cucchiai di acqua tiepida. Lavorate poi più energicamente, fino ad ottenere una pasta soda ed elastica: fatene una palla e mettetela a riposare, coperta da un panno umido, per 20 minuti Nel frattempo spuntate i carciofi e privateli delle foglie più dure e dei gambi; man mano che sono pronti, metteteli in acqua acidulata con il succo di limone (ciò per evitare che anneriscano). Portate a bollore dell’acqua salata e lessatevi i carciofi, che scolerete piuttosto al dente (dopo circa 20 minuti) e lascerete sgocciolare nello scolapasta. Tritate molto finemente il prosciutto e mettetelo in una terrina con l’Emmenthal grattugiato, il basilico tritato, un uovo e una presa di sale. Rimestate accuratamente il composto, fino a renderlo omogeneo; distribuitelo quindi nei carciofi, nei quali avrete formato un incavo allargando le foglie; pressate bene il composto all’interno. Stendete la pasta, sulla spianatoia infarinata, in una sfoglia sottile e ricavatene quattro quadrati (grandi a sufficienza per avvolgere un carciofo) e quattro striscioline. Con i quadrati di pasta avvolgete ‘a fagottino’ i carciofi e con le striscioline sigillate le chiusure. Spennellate ora i fagottini con l’uovo rimasto (precedentemente frullato), sistemateli in una pirofila imburrata e infornateli a 200 gradi per 25 minuti. Serviteli subito.