Strozzapreti romagnoli

E’ risaputo quanto radicata sia la cultura per gli strozzapreti e per il ragù in Romagna oltre che naturalmente per le centinaia di altri piatti della sua tradizione. Ma la bontà di questo piatto prescinde dalla collocazione geografica e non ha confini: PIACE…..

Ovvio che nel corso del tempo si sia cercato di rivisitare le antiche ricette personalizzandole secondo i propri gusti , ma la base del condimento del piatto di oggi ve lo proponiamo così come veniva tramandato, il top sarebbe anche fare gli strozzapreti a mano come anticamente facevano le nonne…  oggi , l’alternativa   è trovare un buon pastificio locale e comprarli già fatti e anche così farete un figurone!

Ingredienti per 4 persone:
– 500 gr strozzapreti;
– 2 salsicce;
– 250 gr macinato scelto;
– 1 carota;
– 1 sedano;
– ½ cipolla;
– vino bianco;
– 1 bicchiere brodo vegetale;
– 250 gr zucca;
– 150 gr formaggio di fossa;
– 1 bicchiere di latte;
– qualche foglia di timo;
– sale e pepe q.b.
– olio d’oliva.

Procedimento:

Preparare il ragù bianco: in un tegame rosolare insieme ad un po’ di olio la carota, sedano e cipolla tritati, unire la salsiccia spezzettata , il macinato e rosolarli bene a fuoco vivace per poi sfumare con il vino bianco. Abbassare poi il fuoco, unire un po’ di timo e lasciare insaporire per circa 10 minuti, poi unire il brodo e proseguire la cottura per circa 1 ora e mezzo a fuoco molto dolce con il coperchio non completamente chiuso. Trascorso questo tempo verificare di sale e se il ragù ha raggiunto la densità desiderata, in caso contrario proseguire la cottura ancora qualche minuto senza coperchio in caso invece si fosse asciugato troppo prima del tempo, unire altro brodo. Spegnere e fare riposare consigliamo di preparare magari la mattina per la sera o addirittura la sera prima. Proseguire tagliando la zucca a cubetti e rosolandola in una padella con un po’ di olio, sale e pepe per circa 8/10 minuti in modo che rimanga abbastanza consistente e non si spappoli e mettere da parte.
Per la fonduta di formaggio di fossa in un pentolino versare il latte e scaldarlo bene, abbassare al minimo il fuoco ed unire il formaggio di fossa tagliato a pezzetti e con l’aiuto di una frusta amalgamare e sciogliere bene il tutto facendo attenzione che non si attacchi. Spegnere non appena si sarà fuso bene ed eventualmente riaccendere  mescolando prima di condire la pasta. Cuocere in abbondante acqua salate gli strozzapreti e scolare molto al dente tenendo un po’ di acqua di cottura, versare la pasta nel tegame del ragù ed iniziare a mantecarla unendo un po’ di acqua di cottura e olio, per ultimo unire i cubetti di zucca, amalgamare bene e spegnere. Servire in un piatto in cui avremo già fatto un fondo con un bel cucchiaio di fonduta, mettere sopra gli strozzapreti e a filo ancora un po’ di fonduta e poco olio d’oliva oltre a qualche fogliolina di timo fresco.