|⇨ Paella alla Valenciana

Paella

La paella è un piatto tradizionale della cucina valenciana in Spagna, diffusosi in tutto il Mar Mediterraneo e nell’America Latina. Il piatto, a base di riso, zafferano e frutti di mare o carne, è simile al pilaf turco o al biryani indo-pakistano e viene preparato nella tipica padella da cui prende il nome, la paella o paellera.


La ricetta della Paella alla Valenciana, in quanto considerato un piatto tradizionale della cultura valenciana[6], prevede riso, la rosolatura di carne marinata, verdure verdi, aglio, pomodori e fagioli, ai quali si aggiungono lumache, brodo e spezie, come paprica, zafferano e rosmarino.

La ricetta originale prevede due tipi di riso: bomba o senia fatta con pollo e coniglio con l’opzione anche del tacchino, carciofi, fagiolini lunghi e piatti (in italia non si trovano) fagioli grandi bianchi, dovrebbe riportare lumache che non a molti piacciono quindi quasi mai vengono aggiunte, salsa di pomodoro e peperoni in polvere e colorante alimentare, inoltre verso la fine della cottura si aggiunge il rosmarino per alcuni minuti per acquisire sapore, poi si toglie via.

La variante più comune della paella è la Paella de Marisco ((ES) marisco: molluschi), ovvero ai frutti di mare, diffusasi dalle coste mediterranee, che sostituisce la carne con crostacei o molluschi, come cozze, scampi e seppie.

Altre varianti, pur mantenendo gli ingredienti base come riso e zafferano, mescolano frutti di mare e carne assieme, solitamente pollo.

Ingredienti per 4 persone:

– 300 gr Riso
– 300 gr Lonza di Maiale
– 1 Petto di Pollo
– 150 gr Salsiccia
– 4 Pomodori
– 1 Peperone
– 1 Spicchio Aglio
– 8 Fondi di Carciofo
– 400 gr Cozze
– Prezzemolo
– 100 gr Piselli
– 2 Calamari
– 400 gr Scampi
– 300 gr Tranci di Nasello
– Zafferano
– Sale
– Pepe
– 4 Cucchiai Olio d’oliva
– 1 1/2 Dado

Procedimento:

Versate in una larga padella l’olio e friggete i pezzetti di peperone che poi toglierete dal fuoco lasciandolo da parte. Mettete nello stesso olio pollo, lonza e salsiccia tagliati a pezzettini e quando sarà tutto rosolato aggiungete i pomodori passati al setaccio, aglio e prezzemolo tritati, sale, pepe, carciofi e piselli. Mescolate bene e dopo qualche minuto aggiungete il brodo con dado e zafferano, due tazze per ogni tazza di riso. Quando inizierà la bollitura aggiungete il riso, il pesce tagliato a tocchetti, le cozze ben lavate e i filetti di peperone. Continuate la cottura a fuoco lento e appena il riso sarà al dente spegnete la fiamma, coprite la padella e lasciate riposare qualche minuto prima di servire.