Orate ai ferri

L’orata è presente in tutto il bacino del mar Mediterraneo e nell’Atlantico orientale, dall’estremo sud delle isole Britanniche a Capo Verde. È un pesce strettamente costiero e vive tra i 5 e i 150 m dalla costa; frequenta sia fondali duri che sabbiosi, è particolarmente diffusa al confine fra i due substrati. Normalmente conduce una vita solitaria o a piccoli gruppi. È una specie molto eurialina, tanto che si può frequentemente rinvenire in lagune ed estuari, ma è estremamente sensibile alle basse temperature. È molto comune nei mari italiani. Le orate sono molto apprezzate in cucina per la delicatezze delle loro carni e non è difficile trovarle in pescheria. Quest’oggi scopriremo come realizzarle un secondo piatto che ne esalti il sapore delle carni.

Ingredienti per 4 persone:

–  4 orate da porzione
–  prezzemolo
–  1 limone
–  pangrattato
–  olio d’oliva
–  sale
–  pepe

Procedimento:

Pulite le orate, lasciatele marinare alcune ore in olio, sale, pepe, succo di limone e prezzemolo tritato. Sgocciolatele, cospargetele con fine pangrattato. Cuocetele sulla griglia scaldata del forno a fuoco moderato per 15 minuti o poco più. Durante la cottura girate due o tre volte le orate spennellandole con il liquido della marinata. Servitele subito ben calde.