Nkatenkwan

Il Nkatenkwan è un tipico primo piatto della gastronomia della repubblica della Sierra Leone.  Sicuramente la cucina di questo paese vi risulterà essere praticamente sconosciuta, del resto è così anche nel resto del mondo. Tuttavia vale la pena provare la cucina cucina di questo paese in generale e del Nkatenkwan in particolare.

La gastronomia della Sierra Leone è costituita soprattutto da piatti a base di frutti di mare, astici e gamberoni. Va detto però che la Sierra Leone è un paese poverissimo dove le abitudini alimentari sono molto diverse dalle nostre e quindi provare la loro cucina deve essere anche un modo per sperimentare con rispetto, conoscere e integrarsi con la cultura di un paese diversissimo dal nostro.

Ad esempio la colazione tipica è fatta di pane, sardine (in scatola) e maionese. Il piatto forte è il riso, che viene consumato una volta al giorno come pasto unico e servito con diversi tipi di condimento di cui uno simile al nostro pesto (si tratta in sostanza di foglie di cassava, un tubero simile alla patata americana, con olio di palma, che ha un sapore molto più forte dell’olio d’oliva). Altro condimento molto diffuso è la Grounut soup, a base di arachidi, pomodoro, pesce, carne di pollo e l’onnipresente olio di palma. E’ proprio quest’ultimo ingrediente che conferisce a molti piatti un sapore molto forte a cui non siamo decisamente abituati.

Come accennavamo in apertura, oggi amplieremo i nostri orizzonti culinari scoprendo come realizzare il Nkatenkwan.

Ingredienti per 4 persone:

– 100 Cl Brodo Di Carne Di Pollo
– 1 Cipolla Tritata
– 2 Carote Tagliate A Rondelle Grosse
– 125 G Pasta Di Arachidi
– 1 Peperoncino Rosso Piccante
– Pepe Nero
– Sale

Procedimento:

In una pentola di coccio mettete a bollire il brodo con le verdure, a fuoco vivo. Dopo 30 minuti frullate il brodo di cottura e rimettete a cuocere finché riprenderà a bollire. Prelevate una tazza del brodo e scioglietevi la pasta di arachidi, quindi versate il tutto nella pentola, aggiungete il peperoncino intero rimestate bene e proseguite la cottura per latri 30 minuti girando frequentemente per evitare che attacchi sul fondo. Rimuovete quindi il peperoncino, spolverate con pepe nero macinato a fresco e portate in tavola.