|⇨ Menù della vigilia di Natale 2014

Tra qualche giorno sarà natale e come tradizione vuole, domani ci aspetta il classico cenone che ci accompagnerà al natale 2014, ma cosa preparare per il menù della vigilia di Natale, cena che ci porterà ospiti a casa? Questa è la domanda che, immancabilmente, ogni anno martella le nostre teste.


Non pensiamo d’avere tutte le risposte, ma forse possiamo darvi delle valide idee che potrete utilizzare per realizzare il vostro menù della vigilia di Natale ed ecco che vi proponiamo una possibile alternativa ai soliti piatti che compongono il tradizionale cenone della vigilia.

Cominciamo i nostri suggerimenti per il menù della vigilia di Natale 2014, proponendovi delle Tartine con Mouse di Salmone affumicato. La mousse di salmone riuscirà a trasformare le tartine del vostro aperitivo in degli stuzzichini tanto golosi quando raffinati che andranno sicuramente a ruba! Si tratta di una ricetta velocissima perfetta sia per l’aperitivo di Natale che per quello del Capodanno!

Tartine con Mouse di Salmone affumicatoTartine con Mouse di Salmone affumicato

Ingredienti:

– 200 gr di salmone affumicato
– 200 gr di ricotta
– 100 ml di panna fresca
– 1 mazzetto di erba cipollina

Procedimento:

Prendete 150 gr di salmone e mettetelo nel mixer con la ricotta e tritate tutto finemente. A parte montate la panna fresca fino a quando non sarà un composto compatto e non liquido. Tritate finemente l’erba cipollina e aggiungetelo al composto con il salmone: mescolate bene e unite quindi la panna montata. Aggiustate leggermente di sale. Prendete quindi il pane e spalmatevi sopra la mousse: decorate la tartina con una fettina sottile di salmone affumicato che avete precedentemente tenuto da parte e un ciuffetto di erba cipollina.

Il secondo antipasto che vi andiamo a proporre è decisamente più light e va incontro ai gusti dei vegetariani che, per scelta o per necessità, non possono mangiare né carne né pesce. L’antipasto in questione è quello dei Tramezzini mimosa con salsa di formaggio. Tanto semplice quanto buono e decisamente alternativo ai classici antipasti natalizi.

Tramezzini mimosa con salsa di formaggioTramezzini mimosa con salsa di formaggio

Ingredienti:

– 1 Mazzetto di Erba Cipollina
– 100 Grammi di Gorgonzola
– Sale q.b.
– 8 Fette di Pane Nero
– 200 Grammi di Mascarpone
– Pepe Nero q.b.
– 4 Uova

Procedimento:

Prendi le fette di pane nero ed elimina la crosta dopodiché taglia le fette in 4 parti per formare 4 tramezzini quadrati. Passa ora alla preparazione della salsa di formaggio. Mischia il gorgonzola (di gusto forte) con il mascarpone per ottenere una crema liscia e omogenea. Aggiungi alla salsa ottenuta una manciata di pepe. Prendi poi l’erba cipollina, lavala, tritala finemente e aggiungine due cucchiai alla salsa di formaggio. Spalma il composto ottenuto sui tramezzini fatti con le fette di pane nero e accoppiale a due a due. Metti sul fuoco un pentolino pieno d’acqua, quando sta per bollire immergici le uova. Per evitare di scottarti aiutati con un cucchiaio o con un mestolo. Fai cuocere le uova per 8 minuti dal momento dell’ebollizione, falle raffreddare fuori dall’acqua e poi sgusciale. Apri le uova e prendi il tuorlo che dovrai far passare attraverso le maglie di un passino, pressandole con un cucchiaio. Distribuisci la mimosa ottenuta sopra i tramezzini, aggiungi qualche decorazione di fili di erba cipollina e insaporisci il tutto con una spolverata scarsa di pepe e aggiungi il sale a tuo piacimento. Prima di servire i tramezzini di mimosa con salsa di formaggio lasciali riposare in frigo per almeno mezz’ora. Disponili poi su un piatto di portata, aggiungendo, a piacimento, alcune striscioline dell’albume rimasto come decorazione.

Finiti gli antipasti tocca sempre ai primi e, come da tradizione, quelli usati per il cenone di natale devono essere a base di pesce ed ecco che vi proponiamo delle intriganti Lasagne al salmone. Un primo piatto raffinato dal sapore delicato e molto appetitoso formato da strati di pasta fresca condita con morbida besciamella, ricotta, fette di salmone affumicato e carciofi. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter preparare alla perfezione le lasagne al salmone.

Lasagne al salmoneLasagne al salmone

Ingredienti:

– 600 gr di pasta fresca all’uovo (formato lasagne)
– 500 ml di latte
– 40 gr di farina
– 40 gr di burro
– 1 pizzico di noce moscata grattugiata
– 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
– 1 scalogno
– 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
– sale e pepe q.b.
– 250 gr di salmone affumicato a fette
– 5 carciofi
– 150 ml di vino bianco
– 350 gr di ricotta

Procedimento:

Mondate i carciofi eliminando il gambo, le foglie esterne dure, le spine ed eventualmente la peluria/fieno interno. Tagliateli a listarelle sottili e fateli stufare per 5 minuti in una capiente padella con l’olio e lo scalogno tritato finemente. Nel frattempo preparare la besciamella scaldate il latte fino a sfiorare l’ebollizione. In una casseruola sciogliete il burro, versatevi dentro la farina e fatela tostare. Unite (lontano dal fuoco) il latte caldo, mescolate bene con una frusta per far sciogliere tutta la farina (controllate che non ci siano grumi nel composto) aggiungete la noce moscata grattugiata, il sale e cuocete per 10 minuti. Indicativamente la besciamella sarà pronta dopo 8 minuti da quando il composto riprenderà il bollore. Lessate le lasagne in abbondante acqua salata, scolate con mestolo forato e stendetela su un canovaccio pulito. In una ciotola lavorate la ricotta, 2-3 cucchiai di besciamella, il prezzemolo tritato, sale e pepe fino ad ottenere un composto cremoso. Stendete sul fondo di una pirofila uno strato di besciamella, adagiatevi sopra un primo strato di lasagne, ricopritelo una strato di crema di ricotta, adagiatevi sopra i carciofi e altra besciamella. Continuate con un altro strato di pasta, ricopritelo con la ricotta, fette di salmone tagliate a pezzi e besciamella. Continuate ad alternare strati di pasta al condimento fino ad esaurimento degli ingredienti. Terminate l’ultimo strato di lasagne con carciofi, fette di salmone e abbondante besciamella. Infornate la pirofila in forno caldo, lasciando cuocere per 35/40 minuti circa fin quando la superficie delle lasagne sarà ben dorata. Sfornate le Lasagne al salmone e servitele ben calde.

Anche per i primi vi vogliamo regalare un prezioso suggerimento per un primo alternativo ma ugualmente buono che vada incontro alle esigenze di chi non può o non vuole mangiare carne e pesce. La cucina vegana ci viene in aiuto incontrando i Cappelletti in brodo tipici della tradizione romagnola e reinterpretandoli in modo tale da rispettare sia la tradizione natalizia che le esigenze di vegani e vegetariani. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter preparare i Cappelletti Romagnoli in Brodo Vegetale alla Curcuma.

Cappelletti Romagnoli in Brodo Vegetale alla CurcumaCappelletti Romagnoli in Brodo Vegetale alla Curcuma

Ingredienti:

Per la Pasta

– Semola 250 g, macinata
– Acqua 105 ml
– Sale 1/2 cucchiaino, integrale
– Curcuma 1/2 cucchiaino

Per il Ripieno

– Formaggio 125 g, cremodo vegano
– Lievito 4 cucchiai, alimentare in scaglie
– Germe di Grano 2 cucchiai
– Noce moscata q.b.
– Sale q.b.
– Pepe q.b.

Per il Brodo

– Cipolla
– Sedano
– Carota
– Daikon
– Patate
– Zucca
– Prezzemolo
– Curcuma 1 pizzico

Procedimento:

Per il Brodo
Preparare il brodo facendo bollire le verdure in abbondante acqua salata con l’aggiunta di un pizzico di curcuma. Lasciare bollire molto lentamente per circa 60 minuti poi togliere tutte le verdure, filtrare il brodo con un colino fitto o una garza e metti da parte.

Per la Pasta
Preparare la pasta mescolando gli ingredienti in una ciotola. Cominciare col mescolare con una forchetta, poi con le mani impastare per circa 10 minuti. Formare una palla di impasto, avvolgerla nella pellicola da cucina e lasciare riposare. Versare in una ciotola il formaggio e tutti gli altri ingredienti per il ripieno. Mescolare bene con una forchetta e conservare in frigorifero almeno un’ora.

Per i Cappelletti
Stendere la pasta e ritaglia dei cerchi. Con l’aiuto di un sac à poche versare un po’ di ripieno su di ogni cerchio. Chiudere i cappelletti e lasciarli asciugare un paio di ore. Versare i cappelletti in abbondante brodo vegetale bollente. Non appena il brodo riprende il bollore lasciare in cottura cappelletti ancora un paio di minuti. Spegnere il fuoco e servire.

Dopo i primi tocca ai secondi e, come tradizione vuole, ancora una volta dobbiamo parlare di pesce, ecco perché vi proponiamo una ricetta, “particolare” a base di merluzzo che andremo ad arricchire ed impreziosire con un ingrediente di stagione povero di calorie ma ricchissimo di vitamine, minerali e principi attivi: la zucca. Quest’accoppiata vi stupirà non solo per la sua bontà, ma anche per la sua delicatezza assaggiare per credere!

Filetto di merluzzo con dadini di zuccaFiletto di merluzzo con dadini di zucca

Ingredienti:

– 1 zucca
– 3 filetti di merluzzo
– olio
– sale
– pepe

– aglio
– cumino
– timo
– rosmarino

Procedimento:

Prendete la vostra zucca, dividetela in quattro parti, toglietele la buccia e tagliatela a dadini di media grandezza. Stendete la carta da forno su una teglia e adagiatevi i dadini a cubetti aggiungendo olio, sale, pepe, cumino e uno spicchio d’aglio. Infornate a 180 gradi e lasciate cuocere per 45 minuti. Nel frattempo dedicatevi ai filetti di merluzzo da cuocere al cartoccio: sciacquatelo con cura e posizionatelo al centro di una teglia ricoperta con della carta da forno. Aggiungete un filo d’olio, un pizzico di sale, uno spicchio d’aglio e poi chiudete bene il cartoccio, utilizzando uno spago se necessario. Infornate a 180 gradi e lasciate cuocere per 15 minuti. Calcolate bene i tempi di cottura in modo che i dadini di zucca e il filetto siano pronti nello stesso momento. Quando il timer del forno suona, estraete il merluzzo e posizionatelo su un piatto, aggiungendo i dadini di zucca tutto intorno. Se siete amanti delle erbette e delle spezie, questa è la ricetta per osare. Prima di infornare, aggiungete al vostro filetto di merluzzo qualche foglia di timo, rosmarino, salvia o maggiorana. Per una nota di freschezza, invece, spazio anche alla menta.

Anche per i secondi proseguiamo la nostra strada dell’alternativo e del vegano/vegetariano, per dare a tutti la possibilità di festeggiare degnamente il Santo Natale. La nostra proposta per il secondo consiste in un Arrosto di seitan con crema di funghi. Un secondo piatto perfetto sia per le feste che più in generale come secondo piatto da proporre anche durante tutto l’anno. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poterlo realizzare:

Arrosto di seitan con crema di funghiArrosto di seitan con crema di funghi

Ingredienti:

– Acqua 350 g,
– Carote 1
– Alloro
– Salsa 70 g, shoyu
– Alghe wakame

Per la salsa

– Funghi 50 g, porcini
– Carote 2
– Cipolle 1
– Olio extravergine d’oliva
– Brodo vegetale

Procedimento:

In una terrina versate la farina setacciata e aggiungete l’acqua a filo. Lavorate fino a ottenere un impasto morbido e liscio e continuate a impastare per almeno 10 minuti. Immergete in acqua fredda per minimo un’ora, ma potete arrivare anche a 8 ore. Lavate poi l’impasto sotto l’acqua corrente, alternando acqua fredda e calda, per eliminare l’amido della farina. Continuate finché l’acqua non sarà̀ limpida. Quello che rimarrà̀ alla fine sarà̀ solo il glutine. Avvolgete il panetto di glutine in un canovaccio pulito e dategli una forma cilindrica, stringendo le estremità̀ e chiudendole con lo spago per alimenti. In una pentola fate bollire l’acqua insaporita con le spezie e le verdure che preferite. Noi consigliamo l’alloro, l’alga wakame, una carota e una cipolla, il tutto condito con la salsa shoyu. Immergete nell’acqua il panetto avvolto nel canovaccio e cuocetelo per circa 90 minuti.

Per la salsa:

Ammollate i porcini in una terrina con acqua tiepida. Preparate un soffritto con le carote e la cipolla tagliate a dadini: versatele in un tegame con un filo d’olio e fatele appassire. Aggiungete i funghi e, se ce ne fosse bisogno, un filo di brodo. Avvolgete il seitan in una retina per arrosti e aggiungete rametti di rosmarino e salvia. Ponetelo nel tegame con le verdure e continuate a cuocerlo per almeno 30 minuti, aggiungendo poco alla volta il brodo. Al termine della cottura, frullate le verdure, tagliate l’arrosto a fettine e conditelo con la salsa appena ottenuta.

I cupcake sono sicuramente tra le ricette più versatili e in occasione delle Feste si vestono a festa ricoprendosi di soffice neve e tante decorazioni natalizie! Una soffice base al cioccolato viene coperta da una delizioso frosting al formaggio leggero come la neve appena caduta, il tutto per un goloso dolce che saprà come conquistarvi. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poterlo realizzare:

Cupcake di NataleCupcake di Natale

Ingredienti:

Per i cupcake

– 175 gr di farina 00
– 1/4 di cucchiaino di sale
– 2 cucchiaini di lievito
– 113 g di burro
– 200 gr di zucchero
– 2 uova
– 50 gr di cacao amaro
– 240 ml di acqua

Per il Cream Cheese Frosting:

– 227 gr di formaggio cremoso
– 1 bacca di vaniglia
– 60 gr di zucchero a velo
– 160 ml di panna da montare

Per la decorazione:

– pasta di zucchero rossa

Per la decorazione:

– pasta di zucchero
– cocco a scaglie
– coloranti alimentari rossi e verdi

Procedimento:

In una ciotola versate gli ingredienti secchi: mettete la faina setacciata, un pizzico di sale e il lievito. In una ciotola a parte montate il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice e spumosa quasi bianca. Aggiungete quindi a questa crema di burro e zucchero le uova e mescolate per amalgamarle bene: unite quindi le due farina al composto e mescolate. Per ultimo versate il cacao e amalgamate bene il composto per i cupcakes, Versate il composto nei pirottini e infornate per 20 minuti a 180°. Mentre i cupcakes sono in forno, preparate il cream cheese frosting: prendete la bacca di vaniglia, incidetela ed estraetene la polpa. Mettete la polpa della vaniglia nella panna liquida: montate il formaggio cremoso con lo zucchero a velo e aggiungete la crema ottenuta alla panna liquida con la vaniglia. Dividete la pasta di zucchero in un due palline: una coloratela di rosso intenso, l’altra di verde brillante. Stendete con un mattarello la pasta di zucchero verde e ritagliate delle foglie di pungitopo appuntite. Con la pasta di zucchero rossa fate invece tante palline grosse come bacche. Sfornate il cupacakes e lasciateli raffreddare per bene: mettete il cream cheese frosting in una tasca e realizzate in un cono di copertura bianca su ciascun cupcake. Terminate la decorazione spargendo un cucchiaino di cocco disidratato che ricorderà la neve appena caduta e adagiate su ciascun cupcake due foglioline verdi e tre o quattro bacche rosse.

Vogliamo chiudere questo nostro menù con un dessert sicuramente semplice, ma non per questo meno buono. Un dolce che, ancora una volta, andrà incontro alle esigenze dei vegani/vegetariani o di tutte quelle persone che non possono o non vogliono mangiare certi alimenti, senza però dover rinunciare ai piaceri della tavola. Il dessert in questione è un gustoso gelato alla mela realizzato senza l’ausilio della gelatiera, pronto in appena un’ora. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poterlo realizzare.

Mela gelataMela gelata

Ingredienti:

– Mela 8
– Limone 3 per il succo e 1 per la scorza
– Cannella 1 cucchiaino, in polvere
– Zucchero 6 cucchiai
– Acqua 100 g
– Zucchero a velo

Procedimento:

Lavate e asciugate tutte le mele. Sbucciatene mele, tagliatele in quarti, eliminate il torsolo e tagliatele a pezzetti. Dalle altre 4 mele tagliate via la parte superiore. Svuotatele delicatamente con un cucchiaino, avendo cura di lasciare una parete di circa 1,5 cm. Pillottate l’interno e il cappello con il succo di un limone. Mettete a bollire in una pentola il succo di 3 limoni, la scorza, le mele tagliate e la polpa delle mele svuotate (eliminate il torsolo con tutti i semi), l’acqua e la cannella. Coprite e lasciate cuocere per circa 10 minuti a fuoco moderato. Versate tutto in un recipiente di metallo. Aggiungete lo zucchero, frullate e mettete in freezer. Mescolate ogni mezz’ora, fino a che il sorbetto non abbia la consistenza voluta. Riempite le mele con il sorbetto, ponete sopra il cappello, mettete per ancora 10 minuti in freezer, spolverizzate con zucchero a velo e servite subito.