Maiale al melograno

Molto usata nella cucina medievale, dove i suoi chicchi erano presenti nei ripieni, e il suo succo veniva unito a salse e sughi. Nella cucina moderna, i semi della melagrana vengono usati a scopo decorativo in moltissime preparazioni sia dolci che salate,  infatti l’uso per i piatti salati, in Italia, è quasi scomparso. Oggi la vogliamo rilanciare accoppiandola alla lonza di maiale facendovi scoprire un sapore nuovo che esalta il vostro palato. Nonostante  si fatichi si riesce ancora a trovarla … La ricetta è semplice e veloce e il risultato lascerà di stucco i vostri ospiti! La lonza di maiale è una taglio di carne che se preso da un macellaio di fiducia è tenerissimo ed il sughetto che la melograna crea lo accompagna conferendogli una dolcezza unica; insomma … con poco sforzo e tempo si ha un secondo in cui i chicchi della melograna, oltre a vivacizzare l’estetica del piatto, ed essere un naturale portafortuna (indicato per la cena di capodanno), sono il tocco finale che dona sapore sublime al piatto.

Ingredienti per 4 persone:

– 500 gr di lonza di maiale;
– pancetta;
– burro;
– 100 gr di cipolline;
– rosmarino;
– olio d’oliva;
– sale q.b.
– 2 melograni;
– vino bianco.

Procedimento:

Ricavare il succo da un melograno. Foderare la parte superiore e i lati del maiale con delle fette di pancetta e legarlo. Scottare il lato senza pancetta in una padella con poco burro e poi trasferirlo in una teglia da forno. In una padella rosolare le cipolline in due tre cucchiai d’olio, salarle e sfumare con un goccio di vino. Una volto evaporato il vino spegnere il fuoco e trasferirle nella teglia con il maiale. Unire qualche rametto di rosmarino ed il succo del melograno ed un po’ di chicchi di melograno. Cuocere in forno ventilato a 180° per circa 45 minuti. Se la pancetta si scurisce troppo coprire il tutto con della carta stagnola. Lasciare intiepidire , togliere lo spago e servire il maiale a fette, con grani di melograno freschi ed irrorato con il sugo di cottura.