|⇨ Hamburger di lenticchie

Hamburger di lenticchie

Gli squisiti Hamburger di lenticchie sono l’intrigante secondo piatto che utilizziamo per proseguire il nostro consueto appuntamento settimanale con la rubrica le ricette delle nostre lettrici e, questa in particolare, ci viene proposto dalla nostra amica Gigliola che ci ha gentilmente inviato.


Prima di cederle la parola, vi ricordiamo che chiunque può inviarci le proprie ricette e partecipare alla nostra rubrica, utilizzando l’apposito modulo di contatto che trovare nella sezione “come contattarci”. Senza perdere altro tempo, cediamo la parola alla nostra amica/lettrice Gigliola e i suoi Hamburger di lenticchie.

[…] Per chi non è amante della carne ma, almeno una volta, volesse provare lo sfizio degli hamburger in puro stile americano, eccovi la mia Hamburger di lenticchie […]

Ingredienti per 4 persone:

– 300 gr lenticchie
– 2 carote
– ½ cipolla
– Qualche ciuffetto di prezzemolo
– Olio extravergine d’oliva

Procedimento:

La prima cosa da fare è mettere in ammollo le lenticchie e poi scolarle bene; poi, procedere con il pelare le carote, dividerle e metterle nel frullatore insieme a qualche ciuffo di prezzemolo e la mezza cipolla già tagliata finemente; nel mentre, mettere a scaldare un cucchiaio d’olio in una padella. Quando le carote sono ridotte ad una poltiglia e l’olio è caldo, metterle in padella e mescolare. Dopo circa 3 minuti aggiungere le lenticchie e far insaporire un minuto o 2 massimo; versarvi quindi dell’acqua fino a coprire il tutto e far cuocere 30 minuti, fino a quando l’acqua non si ritira del tutto. Se le lenticchie non sono cotte, aggiungere un altro poco d’acqua e proseguire nuovamente con la cottura. Infine, quando il composto è cotto, mescolarlo adeguatamente per unirlo e versarlo poco a poco in un coppapasta e livellare con l’aiuto di un cucchiaio o mestolo. Una volta formati gli hamburger, procedere con la cottura in padella con un filo d’olio. Indicativamente andrebbero cotti 3 minuti per lato o comunque fino a che non raggiungono la doratura.