Gnocchi alla parigina

Gli Gnocchi alla parigina sono la seconda ricetta che pubblichiamo quest’oggi per il nostro consueto appuntamento settimanale con la rubrica dedicata alle ricette dal mondo. Ancora una volta torniamo nella vicina Francia per scoprire uno dei primi piatti più caratteristici di questa tradizione gastronomica così vicina ed affine alla nostra, ma ancora una volta, non fatevi ingannare dal titolo / nome della ricetta / pietanza che stiamo per proporvi, infatti, scoprirete che questi gnocchi hanno ben poco a che fare con quelli nostrani da cui si ispirano prendendo il nome. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poterlo realizzare.

Ingredienti per 4 persone:

– 150 G Farina
– 25 Cl Latte
– 10 Cl Panna Fresca
– 4 Uova
– 6 Cucchiai Formaggio Gruyère Grattugiato
– 2 Cucchiai Formaggio Parmigiano Reggiano Grattugiato
– 1 Tazza Besciamella
– 150 G Burro
– Sale
– Pepe
– 1 Pizzico Noce Moscata

Procedimento:

Portate il latte a ebollizione con un pizzico di sale, uno di noce moscata e 100 g di burro. Setacciate la farina e, via dal fuoco, versatela in un colpo solo nel liquido bollente mescolando con energia. Rimettete sul fuoco e fate cuocere, sempre mescolando, finché il composto sarà liscio e omogeneo: deve staccarsi dalle pareti della pentola. Togliete l’impasto dalla fiamma e, non appena si sarà intiepidito, incorporate una dopo l’altra le uova e poi il parmigiano reggiano. Fate bollire abbondante acqua salata in una casseruola larga e non troppo alta. Trasferite il composto degli gnocchi in una tasca da pasticceria con bocchetta grossa e liscia e fatelo cadere a pezzetti di 3 cm circa nell’acqua. Cuocete gli gnocchi per pochi minuti dopo la ripresa del bollore, controllando che siano sodi. Poi scolateli. Trasferite gli gnocchi in quattro piccole pirofile ben imburrate e copriteli con la besciamella che avrete arricchito con la panna, una macinata di pepe e la metà del formaggio gruyère. Distribuite in superficie qualche fiocchetto di burro ammorbidito e il gruyère rimasto, quindi gratinate in forno molto caldo, finché gli gnocchi si gonfiano e prendono un bel colore dorato. Serviteli subito.