Frittelle di baccalà alla messinese

frittelle-di-baccala-alla-messineseGià in passato, parlando della gastronomia siciliana, vi abbiamo parlato del baccalà e di quanto sia apprezzato ed utilizzato nella cucina della provincia di Messina. Quest’oggi proseguiamo idealmente il percorso descrittivo della gastronomia siciliana proponendovi un altro piatto a base di baccalà tipico della cucina messinese che, per bontà ed originalità, merita d’essere cucinato, assaggiato e gustato. Stiamo parlando delle frittelle di baccalà, una delle tante ricette siciliane che, con un pizzico di originalità, ripropone un caposaldo della gastronomia di questa provincia, il baccalà appunto. Scopriamo cosa serve e cosa fare per realizzare questo piatto.

Ingredienti per 4 persone:

baccalà già ammollato e pulito 500 g,
un cubetto di lievito di birra,
olio extravergine d’oliva,
farina 500 g,
olio per friggere.

Procedimento:

Sciogliete il cubetto di lievito in una tazza di acqua tiepida, versatelo in una ciotola capiente, aggiungete la farina, tre o quattro cucchiai di olio extravergine d’oliva. Iniziate a impastare aggiungendo, se necessario, tanta acqua quanta ne basta a ottenere un impasto morbido (tipo torta dolce). Unite anche una presa di sale secondo il vostro gusto. Spezzettate il baccalà con le mani, o aiutandovi con un coltello, aggiungetelo all’impasto e amalgamatelo bene. Lasciate lievitare per un’ora circa a temperatura ambiente, coprendo la ciotola con un canovaccio. Scaldate abbondante olio in una padella a bordi alti e friggete la pastella a cucchiaiate, poche per volta, della dimensione di un uovo. Scolatele quando sono dorate mettetele a perdere unto su carta da cucina. Conservatele al caldo e servitele appena pronte.