|⇨ Crumble di zucca e patate

Crumble di zucca e patate

Siamo giunti al consueto appuntamento con la nostra rubrica settimanale dedicata alla cucina vegetariana/vegana ed apriamo questo nostro appuntamento settimanale proponendovi la ricetta del nostro Crumble di zucca e patate.


Il nostro Crumble di zucca e patate è un delicato antipasto che qui viene proposto secondo la filosofia della cucina vegetariana/vegana.

Questo primo piatto vi incuriosirà prima per i suoi accostamenti, per poi conquistarvi con i suoi profumi e sapori unici ed indescrivibili, profumi e sapori tipici della cucina mediterranea. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter realizzare lo squisito Crumble di zucca e patate.

Ingredienti per 4 persone:

– 400 g di polpa zucca
– 3 patate
– 3 fette di pane integrale
– 2 carote
– 1 cipolla Tropea
– 1 cucchiaio di lievito alimentare
– qualche foglia di salvia
– olio extravergine di oliva q.b.
– sale e pepe q.b.

Procedimento:

Per prima cosa tagliate la zucca a dadini piccoli dopo averla privata della buccia. Poi procedere sbucciando le patate, che laverete per bene sotto l’acqua corrente e taglierete a dadini. Procedete nello stesso modo con le carote. Mondate infine la cipolla rossa e tritatela grossolanamente.

In una padella antiaderente scaldate un filo di olio extravergine di oliva e aggiungete le verdure tagliate a cubetti, una presa di sale e una di pepe. Tritate poi finemente la salvia e aggiungetela in padella. Cuocete il tutto per circa 15 minuti fino a quando le verdure saranno cotte ma croccanti: non dovranno spappolarsi. Se ce ne fosse bisogno aggiungere poca acqua per evitare che le verdure si attacchino sul fondo della padella. Tritate al coltello il pane integrale.

Una volta cotte trasferite le verdure spadellate in una pirofila dove le andrete a mescolare con parte del pane integrale tritato finemente, il lievito alimentare e un filo di olio extravergine di oliva. Spolverizzate poco pane tritato anche sulla superficie dello sformato e infornate a 200 gradi con funzione grill per pochi minuti fino a quando il pane in superficie non sarà ben dorato e lo sformato non creerà una sorta di leggera crosticina.