Casoeûla

La casoeûla è un piatto tipico della cucina milanese, composta principalmente da verze e da diversi tagli e parti del maiale. Si pensa che il nome  “casoeûla”, derivi dal termine cazza, ovvero tazza o casseruola, a indicare il recipiente dove viene cotta. Si tratta di una pietanza molto antica, infatti, si narra che la sua diffusione nel capoluogo lombardo risalga all’epoca della dominazione spagnola. A portare la casoeûla a Milano sarebbe stato un soldato spagnolo, che innamoratosi di una giovane milanese che lavorava come cuoca di una nobile famiglia, le insegnò a preparare la pietanza che lei poi servì con grande successo.

Ingredienti per 8 persone:

– 1000 G Costine Di Maiale
– 160 G Cotenne Di Maiale Fresche
– 1 Piedino Di Maiale
– 4 Salamini Da Verzata (o Salsicce)
– 3 Carote
– 1 Sedano
– 1 Cipolla
– 1 Verza Abbastanza Grande
– 5 Cucchiai Olio D’oliva
– 50 G Burro
– Brodo
– Sale
– Pepe

Procedimento:

In un largo tegame fate soffriggere in olio e burro la cipolla tritata. Quando ha preso colore, aggiungete le cotenne e il piedino tagliati a pezzetti, lasciateli rosolare, regolate sale e pepe, coprite di brodo, cuocete fino a quando il liquido si è ridotto alla metà. Unite ora le costine e fate insaporire per una decina di minuti. Aggiungete tre o quattro carote tagliate a bastoncino, il sedano a pezzetti e continuate la cottura, a fuoco basso e coperto, per mezz’ora. Infine unite le foglie della verza (prima sbollentate per ammorbidirle) e cuocete ancora per 40 minuti. Aggiungete brodo se occorre. Venti minuti prima che la casoeûla sia pronta, mettete i salamini o la salsiccia di cui avete punzecchiata la superficie. Alla fine, il composto deve avere una consistenza leggermente vischiosa data dalle cotenne e dal piedino.