|⇨ Zuppa di asparagi e farro

farro

Grazie all’alta solubilità in acqua, il farro consente al nostro organismo di assorbire più facilmente le sostanze nutritive in esso contenute; il farro contiene dei carboidrati con la particolare proprietà di favorire la coagulazione del sangue e di stimolare allo stesso tempo il sistema immunitario.


Grazie all’alto contenuto di proteine e fibre, il farro è in grado di dare una sensazione di sazietà subito dopo il suo consumo ed è per questo che apporta benefici alle persone che hanno problemi di linea.

Il farro ha un indice glicemico più basso rispetto al grano trattato che conosciamo e consumiamo regolarmente; il fatto che il farro sia anche ricco di fibre, vitamina E e magnesio, apporta benefici per la secrezione del glucosio e dona a questo cereale la proprietà di ridurre il rischio di diabete di tipo 2.

Il farro contiene una maggior percentuale di proteine rispetto al grano e queste proteine sono oltretutto più digeribili; non solo, il farro contiene diverse sostanze anallergiche e molte persone che non possono tollerare il grano a causa di problemi allergici possono tranquillamente sostituirlo con il farro. Questo cereale non può però essere consumato da coloro che soffrono di celiachia perché contiene glutine.

Il farro contiene una buona percentuale di niacina e di lignani, sostanze che hanno la proprietà di prevenire molte malattie cardiovascolari. Grazie ai fitoestrogeni, il farro si rivela utile per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue ed aumentare l’elasticità dei vasi sanguigni; è stato dimostrato che mangiare farro regolarmente apporta benefici in caso di aterosclerosi dato che ne rallenta la progressione.

Sempre la niacina svolge un ruolo chiave nella produzione di ormoni sessuali; il buon funzionamento del sistema endocrino è molto importante per la nostra salute, è quindi saggio aggiungere il farro alla per assicurarsi le proprietà benefiche della niacina sul nostro corpo.

Gli alti livelli di ferro e rame presenti nel farro, gli donano la proprietà di aiutare significativamente la circolazione sanguigna; il ferro ed il rame infatti, sono essenziali per la creazione dei globuli rossi. Quando la circolazione migliora, migliora l’intera ossigenazione del corpo aumentando l’energia, accelerando il metabolismo e la capacità di recupero in caso di malanni, ed apportando altri benefici minori come la crescita dei capelli.

Questo cereale contiene riboflavina che è una sostanza in grado di ridurre gli attacchi di emicrania; se soffrite di mal di testa cronici, avrete dei benefici consumando il farro.

Uno studio pubblicato su American Journal of Gastroenterology ha dimostrato che i cibi con un alto contenuto di fibre insolubili come il farro hanno la proprietà di prevenire i calcoli biliari; questo accade perché la fibra insolubile riduce la secrezione degli acidi biliari che, in quantità eccessive, contribuiscono alla formazione dei calcoli.

La fibra contenuta nel farro aiuta ad accelerare il passaggio del cibo attraverso il tratto digestivo, apportando benefici in caso di costipazione, gonfiore, crampi, diarrea, e in presenza di problemi gastrointestinali più seri come l’ulcera.

Il farro contiene una gamma impressionante di minerali essenziali che apportano benefici alle ossa: lo zinco, il magnesio, il rame, il fosforo ed il selenio contribuiscono allo sviluppo del tessuto osseo. Grazie alle proprietà di questi minerali, consumare regolarmente il farro aiuta a prevenire l’osteoporosi ed altre malattie legate all’età che indeboliscono o degradano le ossa.

Ingredienti per 4 persone:

– 1 Cipolla Tritata
– 1 Carota A Dadini
– 2 Gambi Sedano Tritato Finissimo
– Prezzemolo Tritato
– Basilico Tritato
– 150 G Farro
– Sale
– Pepe
– Peperoncino
– 2 Foglie Alloro
– 500 G Asparagi
– 2 Patate Tagliate A Pezzetti
– Olio D’oliva
– Formaggio Parmigiano Grattugiato

Procedimento:

Ricetta molto diffusa in Veneto, dove vengono cucinati gli asparagi bianchi. È comunque ottima anche con quelli verdi. Rosolare in padella una cipolla tritata, una carota a dadini, due gambi di sedano tritati finissimi, prezzemolo e basilico tritati, unire 150 g di farro e coprire di acqua abbondante; insaporire con sale, pepe, peperoncino e due foglie di alloro. Mentre il brodo ribolle, pulire circa 500 g di asparagi e tagliarli a pezzetti; aggiungere alla zuppa ancora due patate tagliate a pezzetti ed infine gli asparagi. Continuare la cottura per circa un’ora. Si serve in tavola con un filo d’olio d’oliva e parmigiano grattugiato per ogni commensale.