Triglie ai capperi

Per chi non abita in una zona di mare può risultare difficile riconoscere le triglie perché potrebbe non averle mai viste ed allora come facciamo a riconoscerle? Questi pesci hanno un aspetto caratteristico ed abbastanza uniforme con corpo abbastanza allungato ed affusolato, fronte ripida, occhio grande, due pinne dorsali ben separate, pinna caudale forcuta e soprattutto due vistosi barbigli sotto il mento. La colorazione, al contrario dell’aspetto del corpo, piuttosto uniforme, è molto variata e spesso ricca di colori vivaci come rosso vivo e giallo oro. Le dimensioni non sono mai molto grandi, solitamente comprese tra i 15 ed i 25 cm.

Ingredienti per 4 persone:

–  800 g di triglie,
–  mezzo bicchiere di olio,
–  il succo di due limoni,
–  sale,
–  pepe,
–  un bicchiere di vino bianco,
–  una manciatina di origano.

Procedimento:

Pulite le triglie, quindi lavatele e asciugatele. Versate l’olio in una pirofila e adagiatevi le triglie, una accanto all’altra. Irroratele con il succo di limone, insaporitele con una presa di sale e un pizzico di pepe, quindi bagnatele con il vino bianco e cospargetele con i capperi e l’origano. Introducete la pirofila in forno caldo, a 200°, per circa 20 minuti, durante i quali girerete spesso le triglie con una paletta. A cottura ultimata, accomodate i pesci sul piatto da portata e irrorateli con l’intingolo.