Tagliatelle rustiche

Le tagliatelle o fettuccine sono una pasta all’uovo tipica del centro e nord Italia. Il loro nome deriva dal verbo “tagliare” o “affettare”, dato che si ottengono stendendo la pasta in sfoglia sottile e tagliandola, dopo averla arrotolata.
Una variante sono le tagliatelle verdi, nel cui impasto entra la bietola o lo spinacio, particolarmente gustose e delicate sono poi le tagliatelle verdi all’ortica (con cime tenere delle ortiche al posto degli spinaci).

Secondo una leggenda bolognese le tagliatelle sarebbero state inventate nel 1487 dal bolognese mastro Zefirano, cuoco personale di Giovanni II di Bentivoglio: in occasione del matrimonio di Lucrezia Borgia (che passò da Bologna nel viaggio verso Ferrara, per sposare il Duca di Ferrara, Alfonso I d’Este) per preparare la pasta si ispirò ai suoi biondi capelli. In realtà è soltanto una storiella inventata dall’illustratore e umorista bolognese Augusto Majani nel 1931.

Durante il ventennio fascista lo scrittore Filippo Tommaso Marinetti, come atto paradossale di provocazione, propose l’abolizione delle tagliatelle e dei maccheroni perché considerati cibi “antivirili” ed “antiguerrieri”.

Ingredienti per 2 persone:

– 200 gr di tagliatelle,
– 1 zucchina di medie dimensioni,
– mezzo peperone giallo,
– 1 porro,
– 70 gr di salsiccia,
– 10 gr di olio extravergine d’oliva,
– sale q.b.

Procedimento:

Mondate la verdura. Sminuzzate il porro. Riducete a dadini il peperone e la zucchina. Sistemate il tutto in un contenitore in pirex. Aggiungeteci l’olio. Chiudete con coperchio e cucinate alla massima potenza per 6 minuti circa. Mescolate il tutto a metà cottura. Sistemate di sale e pepe. Levate la pelle dalla salsiccia. Sminuzzatela. Aggiungetela alle verdure. Ricoprite e cucinate per altri 4 minuti. Cucinate le tagliatelle in acqua salata. Scolatele. Insaporitele con il sugo preparato al microonde. Cospargete con parmigiano grattugiato. Servite.