Tagliatelle alla reggina

“Ad un bel piatto di tagliatelle non si può dire no” così risponderebbe un amante della pasta davanti a questa foto. Ma qui non siamo davanti  al solito, seppur buonissimo, tradizionale piatto di tagliatelle al ragù. La tradizionale ricetta romagnola è stata rivisitata con un altrettanto originale pesto dove l’ingrediente base sono i peperoni  che ben si sposano con la dolcezza delle mandorle.

Ecco che allora , l’alternativa del ragù diventano le verdure che comunque colorano caldamente il piatto.

Dovete provarla assolutamente, magari con delle tagliatelle belle spesse che trattengono meglio il condimento e soprattutto  per chi, essendo un vero intenditore della pasta,ama sentirla sotto i denti…

 Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta

  • 400 gr farina;
  • 4 uova;

Per il pesto di peperone

  • 3 peperoni rossi o gialli grandi;
  • 60 gr mandorle;
  • 100 gr pecorino romano;
  • olio d’oliva;
  • 2 o 3 foglie di salvia;
  • sale;
  • ½ porro;
  • qualche oliva nera;
  • pepe.

Procedimento:

Preparare la pasta mettendo in una planetaria la farina con le uova e lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo , fare riposare l’impasto in luogo fresco ed asciutto per un’oretta.  Lavorare l’impasto che avevamo lasciato riposare con un mattarello o con una macchina per tirare la pasta fino ad ottenere una sfoglia non troppo sottile, avvolgere la sfoglia su se stessa tante volte considerando la lunghezza che vogliamo ottenere per queste tagliatelle e tagliarla con un coltello (lunghezza, larghezza e spessore ovviamente dipendono dai gusti). Stenderle su un vassoio avendo cura riallargarle bene ed infarinandole un po’. Tenere da parte coperte con un canovaccio fino al momento della cottura.

Passare poi alla preparazione del pesto di peperoni: infornare i peperoni interi a 200° per circa 30 minuti, poi chiuderli in un sacchetto di plastica e lasciarli lì a sudare per 10 minuti. Tostare le mandorle in forno a 200° per 7/8 minuti poi tritarle tenendone qualcuna da parte intera per guarnire il piatto.

Prelevare i peperoni ed eliminare la pelle e i semini ed inserire la polpa nel cutter con il pecorino, l’olio, la salvia e le mandorle tritate e frullare il tutto insieme dando dei brevi “colpetti” con il cutter. Aggiustare di sale e tenere da parte.

Successivamente tagliare il porro a rondelle e metterlo a rosolare in una padella con un po’ di olio, lasciare appassire per circa 10 minuti unendo un po’ di acqua unire qualche oliva e fare insaporire.

Procedere con la cottura delle tagliatelle in abbondante acqua salata e scolarle un po’ al dente dentro alla padella in modo da ripassarle con il porro e le olive per ultimo unire il pesto di peperoni e mescolare sul fuoco velocemente avendo cura di spegnere subito.

Servire calde unendo un filo d’olio crudo, qualche mandorla intera, una macinata di pepe  ed ancora un po’ di pecorino sopra se si desidera.