Rotolo di Cotechino

Il cotechino è un tipo di insaccato consumato cotto. Deve il suo nome alla cotica, la cotenna di maiale, e prende nomi locali a seconda della zona in cui viene prodotto. La tradizione vuole che sia il piatto che si consuma il primo giorno dell’anno (o l’ultimo) accompagnato dalle lenticchie, ma questo non significa che non possa essere consumato anche nel resto dell’anno o che non esistano altri modi per poterlo preparate e il piatto che vi proponiamo quest’oggi ne è appunto la dimostrazione.

Ingredienti per 4 persone:

–  500 g. di noce di vitello in una fetta,
–  1 cotechino di circa 300 g.,
–  cipolla n° 8 (piccole)e 1 (grossa),
–  carota n° 5,
–  1 sedano,
–  1 foglia di alloro,
–  1 ciuffo di prezzemolo,
–  1 bicchiere di vino bianco novello,
–  sale.

Procedimento:

Fare sbollentare il cotechino, dopo averlo punzeccchiato e immerso in acqua fredda e portare lentamente a ebollizione; cuocerlo una decina di minuti, quindi spellarlo e adagiario al centro della carne e avvolgerla con cura. Legare il rotolo con spago da cucina e cucire le estremita con del filo. Mondate e lavate gli ortaggi e tritare il prezzemolo. Sistemare il rotolo in una casseruola con la cipolla grossa, 1 carota, 1 gambo di sedano le erbe. Coprile di acqua fredda, salare e aromatizzare con il vino. Mettere sul fuoco, coprire la casseruola e fare cuocere a fiamma media per 9O’ dal momento dell’ebollizione. Circa 30′ pruna del termine, unite gli ortaggi rimasti a pezzetti e le cipolline intere e proseguire la cottura. Sgocciolare il rotolo, slegarlo e presentarlo affettato con gli ortaggi lessi.