Ravioloni ai chiodini

Ravioloni ai chiodiniSu proposta delle singole regioni il ministero ha riconosciuto i ravioli come uno dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani, facendo si che diventasse uno dei piatti distintivi nel mondo della cucina italiana. Cosa non da poco se si tiene conto che sono veramente poche le notizie certe riguardo alla sua nascita e alla cultura che gli ha dato i natali: quadrati di pasta contenenti un ripieno di carne o verdura sono diffusi in diversi paesi come la Germania, la Cina, il Giappone e la Thailandia. Se ne trovano tracce anche nella cucina nomade della Mongolia.

Ingredienti:

Carne di maiale g 150,
chiodini g 200,
burro g 100,
parmigiano g 100,
salsiccia g 85,
cipolla g 65,
un uovo.

Procedimento:

Far appassire in olio la cipolla e farvi rosolare la carne tritata e la salsiccia spellata. Aggiungere i funghi interi, irrorare con 1/2 bicchiere di vino bianco e 1/2 dado. Ad evaporazione avvenuta, frullare il tutto, aggiungere 80 g di parmigiano e il tuorlo d’uovo. Riempire con il composto i ravioloni, lessarli e condirli con burro, salvia e parmigiano.