Pollo al limone con cous cous e verdure

pollo-al-limone-con-cous-cous-e-verdureQuando  parliamo di Cous cous, continuiamo a parlare di  piatti e sapori mediterranei che in questo caso provengono direttamente dai paesi del Nord Africa. Nessun altro piatto come il couscous si lega alla storia e alle tradizioni conviviali delle popolazioni arabe, soprattutto del Maghreb. Eppure la sua vicenda secolare non si esaurisce su quell’unica sponda del Mediterraneo, ormai storicamente riconosciuta come sua terra d’origine, ma seguendo le rotte di mercanti e di conquistatori, il kuskusu – per dirlo in arabo – è approdato in Spagna, in Francia e anche in Sicilia.
La sua nascita si perde nella notte dei tempi e per averne qualche notizia bisogna risalire agli antichi  Berberi abitanti delle montagne e delle valli del Maghreb, già prima dell’invasione araba del VII secolo dopo Cristo. Per preparare questa specie di antenato del couscous, i berberi utilizzavano soprattutto frumento, talvolta miglio e orzo, da cui ricavavano una specie di semola che impastavano con acqua o latte. Ottenevano così delle rudimentali pappe a cui davano il nome di kskso, o kuski.
Oggi il termine couscous sta ad indicare sia la semola di base sia l’intero piatto completo di tutte le altre portate che lo accompagnano – carni, legumi e verdure cucinati generalmente con molte spezie, come tradizione comanda – con le varianti locali, dal Marocco alla Libia.

Fresca e saporita, la ricetta che vi proponiamo oggi è  da tenere a portata di mano per le belle giornate perchè con i profumi del limone e delle erbe aromatiche vi fa venire voglia di sole e di vacanza.
Nel risultato finale, volendo, si presta molto bene nelle cene in piedi perchè la carne , se la tagliate sottile è morbidissima e si potrà spezzare anche con la forchetta.

Ingredienti per 6 persone:

1kg circa di petto di pollo intero;
due limoni non trattati;
timo;
origano secco;
peperoncino;
pepe;
uno spicchio di aglio;
un bicchiere di vino bianco;
250g di cous cous precotto;
300g di acqua;
5 cucchiai di olio extravergine;
400g di pomodorini marzanini;
100g di spinacini da insalata;
100g di olive taggiasche;
2 cucchiai di semi di zucca;

Procedimento:

Rosolare in padella il petto di pollo precedentemente diviso in due metà con un po’ di olio e aglio. Grattugiare la buccia di un limone e spremerne il succo, aggiungere l’origano, il timo, sale pepe e peperoncino e sfumare con il vino bianco. Trasferire tutto in forno a 180° circa, aggiungendo il secondo limone tagliato a fettine e continuare la cottura per circa 30 minuti. Una volta cotti avvolgere i petti di pollo nella stagnola e fate riposare per 5/10 minuti.

In una pentola fate bollire l’acqua , aggiungete sale e 5 cucchiai di olio, versate il cous cous, spegnete la fiamma e attendete che si gonfi. Dopo 5 minuti scoperchiate e sgranate con una forchetta. Tagliate i pomodorini togliendo l’acqua di vegetazione e i semi, unite le olive e salate. Nel piatto da portata adagiate gli spinacini, conditeli con un po’ di olio, versate il cous cous e sistemate sopra il petto di pollo tagliato a fettine sottili, irrorate con il suo sugo al limone e spargete sul piatto finito i semi di zucca tagliati grossolanamente.