|⇨ Patate al Salmone

Salmone

Le proprietà organolettiche del salmone possono discostarsi in maniera anche abbastanza pronunciata da esemplare ad esemplare, a seconda della varietà, del mare in cui ha vissuto e nel momento in cui viene pescato (se in mare, o in acqua dolce), o se è un pesce d’allevamento.


In generale possiamo dire che il salmone è molto apprezzato per il suo alto contenuto sia di proteine, che di grassi polinsaturi e in particolare di Omega-3. Il contenuto di Omega-3 è addirittura del 2% (2g/100g di salmone fresco), anche se esistono pesci come le aringhe e lo sgombro che ne contengono ancora di più.

Gli Omega-3 svolgono delle funzioni molto importanti nel nostro organismo, perché esercitano un’azione protettiva nei confronti di moltissime malattie. In particolare ci aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo complessivo, diminuendo quello cattivo (LDL) e aumentando il colesterolo buono (HDL). Oltre a questo contrastano i radicali liberi e rallentando l’invecchiamento cellulare. Inoltre, dei recenti studi dimostrano che una dieta ricca di questi acidi grassi è in grado di contrastare il declino delle capacità cognitive tipiche dell’invecchiamento.

Ingredienti per 4 persone:

– 2 Patate
– 8 Fettine Salmone
– 50 gr Burro
– 2 Tuorli d’uovo
– 100 gr Panna
– 1 Pompelmo
– Olio d’oliva
– Sale
– Pepe
– 1 Cucchiaio Liquore all’anice

Procedimento:

Mettere a bagno in acqua fredda le patate affettate sottilmente. Sgocciolarle e asciugarle, quindi sovrapporre diverse fettine di patata in modo da formare 4 dischi ben pressati e friggerli in una padella antiaderente con poco olio. Sbattere le uova con panna e burro fuso, diluire con succo di pompelmo, unire il liquore, sale e pepe e far addensare a bagnomaria. Spolverizzare le patate con sale, coprire con la salsa e il salmone.