Nocette di Capriolo con patate e rosmarino

Il capriolo (Capreolus capreolus, Linnaeus 1758) è un ungulato che vive in Europa e Asia. Ha palchi corti, in genere con 3 punte per lato nei soggetti adulti. Il corpo è di un colore tra il rosso ed il marrone, il muso verso il grigio; è molto veloce e grazioso e vive su altipiani e montagne. Per il capriolo vale ciò che, più in generale, si può dire della selvaggina. Si tratta di carni simili a quelle di altri animali, sia dal punto di vista dell’apporto proteico sia per quello in grassi. La selvaggina va sempre frollata prima di consumarla; si tratta di un’operazione delicata che deve durare abbastanza a lungo da rendere le carni morbide, senza però eccedere, per non provocare fenomeni di putrefazione. Le carni del capriolo possono essere cucinate con aggiunta di grassi, spezie, aromi, vino, per attenuare il sapore di selvatico.

Ingredienti per 4 persone:

– 2 Nocette Di Capriolo
– 1/2 Bicchiere Vino Rosso
– 1/2 Bicchiere Vino Porto
– 2 Patate
– Farina
– Olio D’oliva Extra-vergine

Procedimento:

Marinate le nocette con parte del vino e del porto e rosmarino per 10 ore. Asciugarle, infarinarle e rosolarle in padella. Bagnare col vino e col porto rimasto e cuocere per 4 minuti. Aggiungere le patate precedentemente tagliate molto sottili, il rosmarino e terminare la cottura per altri 10 minuti.