Involtini Di Braciola Di Cavallo

Involtini Di Braciola Di CavalloLa carne di cavallo si è a poco a poco imposta all’attenzione dei consumatori per il suo elevato contenuto in ferro. Considerata un alimento nobile, viene spesso consigliata agli sportivi, ai bambini in crescita, in gravidanza e alle persone anemiche. In ogni 100 grammi di carne di cavallo troviamo infatti 4 mg di Ferro (più del doppio rispetto ai tagli bovini). Al contrario di quello presente nei vegetali (primi tra tutti gli spinaci), il ferro contenuto nella carne di cavallo risulta altamente biodisponibile e può essere assorbito in proporzioni tre volte maggiori.

Il colorito è simile a quello della carne bufalina ed è uniforme, privo di venature per la mancanza di grasso adiposo. Il contenuto in vitamine consiste soprattutto in tiamina (B1), riboflavina (B2), niacina (PP), piridossina (B6), acido pantotenico e vitamina B12.

Il colesterolo è presente in proporzioni di circa 60 mg/100 grammi di carne – un quantitativo sicuramente non trascurabile ma sovrapponibile a quello delle altri carni magre (bovino, maiale leggero e petto di pollo) -. Analogo discorso per la quantità di proteine e per il loro valore biologico.

A differenza delle altre, la carne di cavallo si distingue per un modesto contenuto in glicogeno (0,5-1 grammi) che contribuisce a conferirle il tipico sapore dolciastro.

Ingredienti per 4 persone.

  • 4 fette di carne di cavallo di 150g. l’una,
  • 40g. di lardo tritato,
  • 4 fette di lardo intere,
  • 100g. di caciocavallo,
  • 2 spicchi di aglio,
  • prezzemolo,
  • basilico,
  • 4 cucchiai di olio d’oliva,
  • una cipolla tritata,
  • 200g. di salsa di pomodoro,
  • un bicchiere di vino rosso,
  • sale e pepe.

Procedimento:

Battete bene la carne per renderla piuttosto sottile e mettete su ogni fetta una di lardo, un pò di formaggio, mezzo spicchio di aglio, prezzemolo, sale e pepe. Arrotolate e legate con il filo. Rosolate gli involtini con il lardo tritato e l’olio, aggiungete la cipolla, la salsa di pomodoro, sale, basilico e un poco d’acqua, quanto basta. Dopo mezz’ora aggiungete il vino e cuocete con molta cura a fuoco lento per circa due ore. Potete, se lo desiderate, usare il sugo per condire un primo piatto di pasta.