|⇨ Involtini con prosciutto cotto e formaggio

Il prosciutto cotto è un salume ottenuto dalla salatura e cottura della coscia del maiale. Si definisce prosciutto cotto unicamente il salume derivato dal taglio anatomico di riferimento, che si chiama infatti “prosciutto”.


Un salume simile, ricavato invece dalla spalla del maiale, meno pregiato ma simile a livello nutrizionale, viene denominato spalla cotta.

Si tratta di un salume cotto, non insaccato e parzialmente ricoperto da cotenna. Il “Ministero delle Attività Produttive”, con il Decreto del 21 settembre 2005 (G.U. n. 231 del 4 ottobre 2005) diversifica il prosciutto cotto in tre tipologie distinte:

– prosciutto cotto di alta qualità
– prosciutto cotto scelto
– prosciutto cotto.

Tali denominazioni disciplinano la produzione e la vendita del prosciutto cotto su tutto il territorio italiano.

Le cosce di maiale vengono disossate e salate con una salamoia contenente aromi e conservanti. Successivamente avviene la zangolatura, la pressatura in stampi e la cottura a vapore. Ci sono anche varianti arrosto.

Ingredienti per 6 persone:

– 800 gr di fettine di bovino
– 250 gr di prosciutto cotto
– 200 gr di formaggio tipo Emmental, tagliato molto sottile
– 200 gr di farina
– 200 gr di pangrattato
– 2 uova, ma tenerle un altro paio di scorta

Procedimento:

Appiattire le fettine con il batticarne e tagliarle poi in verticale in quanto gli involtini dovranno avere una forma stretta ed allungata; iniziare quindi a lavorare una parte di fettina di carne per volta. Stenderla ancora un poco e posizionarci sopra una fetta di prosciutto cotto ed una di formaggio per poi avvolgerla su se stessa in senso longitudinale. Quindi passare l’involtino nella farina e coprire bene tutta la sua superficie; passarlo poi nell’uovo e dopodiché nel pangrattato. Impanare per bene per evitare che il contenuto dell’involtino esca durante la cottura e ripetere l’operazione per tutte le fettine di carne. Per la cottura mettere a scaldare un po’ d’olio in una padella e quando è bollente iniziare a friggere gli involtini, due o tre per volte. Aspettare che si dorino da tutte le parti e poi toglierli e servirli. Per chi preferisce la cottura al forno piuttosto che la frittura si consiglia di cuocere i messicanini a 180° per circa 30 minuti.