Gelatina di maiale (zuzzu)

Ciò che stiamo per proporvi un antipasto tipico siciliano che è tanto sfizioso quanto buono ed è anche estremamente facile da realizzare e si sposa facilmente a qualsiasi tipo di menù vogliate realizzare.

La gelatina di maiale o liatina, suzu, zuzzu (in italiano “buono, prelibato”), è un piatto tipico della cucina siciliana, diffuso nella provincia di Catania e campana, ottenuto dai residui della lavorazione del maiale. Viene preparato utilizzando le parti povere del maiale, come la cotenna, zampe, testa, coda, lingua ed orecchie.

La carne viene fatta lessare per alcune ore in acqua salata con foglie di alloro. Dopodiché viene separata dal brodo, disossata e tagliata a tocchi medi. Al brodo viene quindi aggiunto limone e aceto e fatto bollire ancora per mezz’ora. La carne viene disposta in piccole ciotole, ricoperta dal brodo. Si aggiungono quindi le spezie, come pepe, peperoncino,  (anche se nella ricetta originale non era prevista) e alcune foglie di alloro. Le ciotole vengono lasciate a riposo in un ambiente fresco per una notte: la gelatina ottenuta si consuma fredda e può essere conservata per alcuni giorni. A Catania  usano anche mettere della carne di vitello, per renderlo più corposo

Ingredienti:

1 kg. di carne di maiale,
un piede e l’orecchia di maiale,
1 bicchiere di aceto,
succo di limone,
pepe rosso q.b.

Procedimento:

Mettere a bollire le parti del maiale in molta acqua salata per circa tre ore. Poi mettere da parte la carne, aggiungere al brodo un bicchiere d’aceto e farlo bollire a lungo fino a ridurlo ad 1/4 della quantità iniziale. Lasciare riposare per una notte intera. Il giorno dopo filtrare il brodo e aggiungere succo di limone; intiepidirlo e versarlo sulla carne già tagliata a fette e sistemata nei piatti e condita con pepe rosso macinato.

Tags: