Fiori di zucca ripieni

Ripieno per fiori di zucca decisamente originale quello che stiamo per proporre oggi. Non tanto per l’uso della ricotta quanto per l’associazione del miele che in cucina non viene utilizzato solo nella preparazione dei dolci ma ultimamente è ampiamente sperimentato il suo utilizzo nella preparazione di primi e secondi.

Il segreto è nella scelta del tipo di miele da associare agli infiniti abbinamenti che si possono fare, nel piatto di oggi si consiglia quello di rododendro, pregiatissimo miele alpino cristallizzato, dalle spiccate qualità organolettiche, che col suo sapore dolciastro e pungente, esalta la ricotta assieme al pepe nero, al pepe rosa e alla noce moscata.

Ingredienti per 4 persone:

– 8 fiori di zucca interi
– 300 gr. di ricotta di pecora
– miele di rododendro (in alternativa castagno)
– pepe rosa, pepe nero e noce moscata q.b.
– aceto balsamico per la decorazione

Procedimento:

Prendete 8 fiori di zucca di dimensione medio grande, eliminate il pistillo facendo attenzione a non rompere i calici, quindi asciugateli su un canovaccio. A parte, in un recipiente capiente ponete la ricotta, aggiungete pepe rosa, pepe nero, noce moscata e il miele di rododentro. Battete il tutto con una frusta arrivando ad ottenere un composto omogeneo tendente al marroncino chiaro. Per regolare le dosi è necessario che assaggiate il composto che dovrà risultare di sapore agro-dolce. Con il composto ottenuto farcite i fiori di zucca aiutandovi con una Sac à poche in modo da non sfaldare i calici.

Per la presentazione del piatto disporre per ciascun ospite due fiori, sovrapponendo il gambo dei calici così da formare una “V” socchiusa. Come è visibile dalla foto, potrete lasciare che una piccola parte di composto fuoriesca per un migliore scarto cromatico. Se il vostro barattolo di miele è dotato di beccuccio di servizio, realizzate delle rette sottili sopra i due fiori di zucca, altrimenti potrete ugualmente farle utilizzando un comune cucchiaino ,facendo attenzione a non depositare troppo miele. Se avete a portata di mano dell’aceto balsamico di qualità superiore la cui densità è assai maggiore dei comuni aceti balsamici, potrete realizzare dei piccoli punti per decorare il piatto.