Crema gelato alle noci

Alcuni studi epidemiologici hanno rivelato che le persone che consumano noci abitualmente corrono meno rischi di subire cardiopatie coronariche. Recentemente alcuni studi clinici hanno dimostrato che il consumo di varie tipologie di semi, quali ad esempio le mandorle e le noci comuni, può diminuire le concentrazioni del colesterolo LDL.

L’alto contenuto di arginina stimola la produzione di ossido nitrico che è indispensabile all’elasticità dei vasi sanguigni.

Oltre ai benefici cardiaci, le noci generalmente hanno un bassissimo indice glicemico (GI). Conseguentemente, i dietologi si raccomandano affinché le noci siano incluse nelle diete prescritte ai pazienti con deficienze di insulina (diabete); inoltre sono ricche di sali minerali e di vitamine B.

Ricche di Omega-3, calcio, magnesio, acido folico e antiossidanti prevengono l’artrite e rendono la pelle più bella.

Ingredienti per 4 persone:

–  una base di gelato alla vaniglia,
–  150 g di noci sgusciate,
–  un bicchierino di liquore nocino (oppure rum),
–  granella di cioccolato.

Procedimento:

Preparate il gelato alla vaniglia. Pelate i gherigli di noce, pestateli finemente, mescolateli con il liquore ed uniteli alla base preparata. Versate il composto nella gelatiera e tenetelo in freezer per il tempo necessario a farlo gelare. Quando il gelato sarà pronto, trasferitelo in una grande coppa da dessert, prelevandolo con l’apposito utensile per modellarlo a palline, e decoratelo con granella al cioccolato. Seguendo le indicazioni date in questa ricetta, si possono preparare delle creme gelato con altra frutta tritata (mandorle, noci, arachidi, pinoli ecc.) oppure con uva sultanina e frutta candita (che metterete a macerare per qualche ora in un bicchierino di liquore).