Costolette di castrato

Costolette di castratoPer castrato si intende la pecora di età superiore ai sei mesi e inferiore ai due anni. Sottoposto a castrazione se maschio, se femmina che non abbia partorito. Viene macellata in primavera o in autunno. Il sapore è molto forte e sapido, l’odore pronunciato. Questa carne è molto apprezzata nella cucina altoatesina e quindi tirolese, e viene preparata generalmente in umido, stufata o impiegata in ricette tipiche, quali il gröstl.

Ingredienti per 4 persone:

700 g di costolette di castrato,
cipolla,
carota,
3 pomodori,
prezzemolo,
1/2 bicchiere di vino rosso,
olio,
burro.

Procedimento:

Battere appena le costolette e metterle in 1 marinata di olio e prezzemolo. Intanto far soffriggere un trito di cipolla, carota e prezzemolo con 1 noce di burro e sale. Unire i pomodori puliti e a pezzi e lasciar cuocere piano unendo poca acqua. Imburrare 1 teglia e adagiare le costolette in 1 solo strato. Farle rosolare da 1 parte, rivoltarle e coprirle con l’intingolo al pomodoro. Unire il vino, coprire e far cuocere a fuoco lento per una mezz’ora.