|⇨ Clafoutis di fragole

Il clafoutis, o clafouti, è un dolce cotto al forno composto da ciliegie nere annegate in una pasta simile a quella delle crêpes. È un dessert originario del Limosino.


Il nome deriva dall’occitano clafotis, dal verbo “clafir” che significa riempire, sottinteso “di ciliegie”. Il clafoutis si è diffuso nel XIX secolo. Secondo Alain Rey il nome del clafoutis proviene dall’incrocio del verbo latino “clavum figere” che significa “conficcare un chiodo” nel senso di riempire, e di un derivato in “eiz” del verbo “foutre”, “mettere, ficcare”.

Esistono molte varianti, con diversi tipi di frutta, quali pere, mele, albicocche, pesche, mirabelles ed altri, anche con aggiunta di frutta secca, le quali prendono il nome più specifico di flaugnarde. Esistono anche varianti salate, in cui al posto dello zucchero si mette formaggio grattugiato, ed al posto della frutta verdura cotta (funghi, spinaci, bietole, cavolfiori, ortiche). Un’ulteriore variante è di utilizzare, al posto della farina pane raffermo senza crosta bagnato di latte o succo di frutta. È un modo elegante di riciclare avanzi. Le signore che cucinano spesso clafoutis, pietanza piuttosto facile, vengono chiamate “clafouteuses”.

Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter realizzare alla perfezione un’ottima Clafoutis di fragole.

Ingredienti per 6 persone:

– 500 G Fragole
– 100 Cl Latte
– 130 G Zucchero A Velo
– 4 Uova
– 250 G Farina
– 1 Bustina Zucchero Vanigliato
– 1 Cucchiaio Rum
– Burro

Procedimento:

Mondare, lavare le fragole e asciugarle accuratamente. Setacciare lo zucchero a velo in una ciotola poi unire le uova e sbatterle. Mescolando sempre incorporare prima la farina, poi 1 cucchiaio di rum e, infine, il latte tiepido. Amalgamare bene il composto. Imburrare una teglia e versarvi l’impasto. Coprire con le fragole e infornare a 180 gradi per circa 40 minuti. Lasciar intiepidire il dolce e spolverizzarlo con lo zucchero vanigliato prima di servirlo.