Biscotti della nonnina

Biscotti della nonninaI biscotti compaiono nella tradizione culinaria di quasi tutti i paesi e talvolta hanno migrato al seguito di eserciti, matrimoni reali o spostamenti di colonie di contadini. Tentare una classificazione è difficile, tuttavia possiamo individuare alcune tipologie. Tra i più frequenti e conosciuti troviamo, in ordine di apparizione storica. E notare il primo tipo di biscotto: cialde, biscotti speziati, biscotti di pasta di mandorle, biscotti di frutta secca e canditi, frollini o paste di frolla varia, biscotti della salute (chiamati così così perché o hanno ingredienti ritenuti curativi come le fibre o ricostituenti o perché mancano di ingredienti che possono risultare inadatti ad alcuni) ed i biscotti di carne o di formaggio. Tutte tipologie, bene o male, presenti sul territorio italiano e che, col tempo, proporremo.

Ingredienti per 8 persone:

  • 500 g di farina
  • 500 g di burro
  • 150 g di amido di mais
  • 200 g di zucchero semolato
  • 50 g di cacao in polvere
  • 4 uova
  • 1 limone
  • 1 pizzico di cannella

Procedimento:

Incorporate il burro ammorbidito allo zucchero e amalgamateli. Intanto dopo aver mescolato la farina e l’amido di mais disponetele a fontana, mettetevi la crema di burro, due uova intere e due tuorli, il cacao, la buccia del limone grattugiata ed un pizzico di cannella e lavorate il tutto con energia, facendo amalgamare bene gli ingredienti. Quindi mettete la pagnotta che avrete formato in una terrina, coperta da un panno e lasciatela riposare 12 ore. Trascorso questo tempo stendete la pasta alta 1 cm e ricavatene dei biscotti lunghi 5-6 centimetri. Infarinate una teglia e disponeteveli sopra, infornate fino a che saranno dorati in superficie. È preferibile fare l’impasto di sera ed infornare il mattino seguente.