Aringhe alla calabrese

L’aringa, o Clupea harengus, è un pesce “azzurro” pelagico della famiglia dei Clupeidae. Vive in grandi banchi che popolano solo le zone costiere dell’oceano Atlantico settentrionale (Islanda, Groellandia, nord America, nord Europa [soprattutto Olanda e Norvegia] ecc); curiosamente, durante la pesca dell’aringa non è raro incappare in un grosso esemplare “abissale” (1500 metri di profondità) chiamato volgarmente “Re delle Aringhe”.

L’aringa è un prodotto della pesca abbastanza economico e molto ricco dal punto vista nutrizionale; possiede un ottimo apporto di acidi grassi polinsaturi essenziali ed in particolar modo di acido alfa-linolenico (esponente della famiglia omega3 gli acidi grassi polinsaturi che svolgono effetti benefici sul cuore e la circolazione in generale, abbassando il livello di colesterolo). Si tratta di grassi che non vengono prodotti dal nostro organismo e che quindi dobbiamo introdurre attraverso l’alimentazione, mangiando pesce azzurro almeno 3 volte alla settimana.

Riconoscere le aringhe è molto semplice, infatti, sono dotate di un corpo fusiforme e appiattito lateralmente, ricoperto da scaglie piccole e non facilmente caduche come in altri Clupeidae. Sul ventre le scaglie formano una carena non molto forte. La bocca ha la mandibola prominente e più lunga della mascella. L’opercolo branchiale è liscio, con il margine posteriore arrotondato. La pinna dorsale è inserita anteriormente all’origine delle pinne ventrali.

Il colore è azzurro o verdastro sul dorso e argenteo su fianchi e ventre, non sono presenti punti scuri.

La taglia raggiunge eccezionalmente i 45 cm ma normalmente non supera i 30. Il peso massimo noto è di 1,1 kg

Ingredienti per 4 persone:

– 4 Aringhe Salate
– 10 Cl Olio D’oliva
– 1 Spicchio Aglio
– 1 Peperoncino Piccante
– Sale

Procedimento:

Pulite le aringhe, eliminatene la testa e la spina e riducetele in filetti che risciacquerete e asciugherete. Mettete in un tegame l’olio, l’aglio tritato e il peperoncino tagliuzzato. Aggiungete i filetti di aringa, condite con pochissimo sale e cuocete a lungo fino a quando si saranno spappolati. Spalmate questo composto su fette di pane.