|⇨ Agnolini in Brodo

Agnolini in Brodo

Gli Agnolini in Brodo sono l’intrigante primo piatto che ci viene proposto dalla nostra amica Tania che ci ha gentilmente inviato per il consueto appuntamento settimanale con la nostra rubrica dedicata alle ricette delle nostre lettrici.


Prima di cederle la parola, vi ricordiamo che chiunque può inviarci le proprie ricette e partecipare alla nostra rubrica, utilizzando l’apposito modulo di contatto che trovare nella sezione “come contattarci”. Senza perdere altro tempo, cediamo la parola alla nostra amica/lettrice Tania e i suoi Agnolini in Brodo.

[…]  quello che vi propongo è un primo piatto tipicamente invernale che si usa preparare dalle mie parti. Ricco negli ingredienti ma semplice nella preparazione, gli Agnilini in brodo vi sorprenderanno piacevolmente […]

Ingredienti per 4 persone:

Brodo:
– 1 Carota
– 1 Gambo Sedano
– 1/2 Cipolla
– Polpa di Manzo
– Gallina da Brodo
Per la Sfoglia:
– 500 gr Farina 00
– 150 gr Semolino di Grano Tenero
– 6 Uova Fresche
Pesto:
– 700 gr Polpa di Manzo Salamella di Suino
– 100 gr Pancetta
– 1 Uovo
– Olio d’oliva
– Cipolla
– Vino Bianco
– Formaggio Parmigiano
– Noce Moscata
– Burro

Procedimento:

L’agnolino mantovano si distingue dal famoso tortellino bolognese non solo per i componenti, ma anche per la forma. Viene servito preferibilmente in brodo, ma è possibile gustarlo anche asciutto con burro fuso e salvia. Brodo: La minestra, nella cucina mantovana, è sempre stata il piatto più importante e le massaie hanno sempre riposto la massima cura nel preparare un buon brodo, nel quale le minestre devono essere cotte. L’ottimo brodo si ottiene mettendo in pentola acqua con sale q.b., la carota, il sedano e la cipolla; quando l’acqua comincia a bollire introdurre un’eguale quantità di polpa di manzo e gallina da brodo. Questa carne potrà poi essere servita come secondo. Sfoglia: Fatto l’impasto, lavorarlo bene, stendere la sfoglia e lasciarla asciugare. Tagliarla a quadretti di circa 6 cm e porre al centro una pallina di pesto. Ripiegare diagonalmente la sfoglia, premere sui bordi, girarli all’indietro e sovrapporli premendo. Non schiacciare la cupolina dell’agnolino. Pesto: Far soffriggere in una casseruola la cipolla con olio e burro. Togliere la cipolla e aggiungere la polpa di manzo. Coprire la casseruola con una fondina in modo che il vapore si condensi subito e ricada sullo stracotto. Dopo un paio d’ore aggiungere del vino bianco. Se l’intingolo dovesse addensarsi troppo aggiungere dell’acqua durante la cottura. Quando sarà pronto cuocere a parte con del burro la salamella e la pancetta. Aggiungerli allo stracotto, tritare il tutto, impastare con parmigiano grattugiato e aromatizzare con noce moscata. Lavorare l’impasto con un uovo e lasciare riposare per dodici ore, dopo di che sarà pronto per essere suddiviso sui quadretti di sfoglia per la confezione degli agnolini. Una volta preparati gli agnolini potranno essere cotti nel brodo e serviti, come antipasto in una tazza con l’aggiunta magari di buon Lambrusco, o come primo in un piatto con magari una spolverata di grana.