|⇨ Tabulè

Il Tabbouleh o Tabulè (in arabo: تبولة; anche taboleh o tab(b)uli) è una pietanza araba del Vicino Oriente, appartenente alla cucina levantina.


Consiste in un’insalata a base di bulgur, con prezzemolo, cipollotti e menta tritati fini e con pomodoro e cetrioli a tocchettini, il tutto condito con succo di limone e olio d’oliva. Durante il pasto è normalmente servito all’inizio nell’ambito delle Meze.

Il termine Tabbūle (o Tabulè) deriva dall’arabo levantino. Il significato di questa parola in questa lingua è quello di “leggermente speziato”.

Originario delle montagne della Siria e del Libano, il tabbouleh (o Tabulè) è diventato l’insalata più diffusa nella cucina mediorientale.

Nel mondo arabo ed in particolare in Siria è normalmente servito fra le Meze e guarnito con della lattuga.

La variante libanese utilizza più prezzemolo che bulgur, mentre nelle varianti siriana e palestinese questo secondo elemento è presente in quantità predominante.

Esiste una variante nella cucina turca di questo piatto, conosciuta come kısır, mentre un analogo piatto nella cucina armena è noto come eetch. A Cipro, dove il piatto è stato introdotto dai libanesi, è noto come tambouli.

In Libano, la cultivar di grano salamouni, coltivata nella regione di Hawran, nei monti e nella Valle della Beqa’ e Baalbek era considerata nel XIX secolo come la migliore per realizzare il bulgur per la preparazione del tabbouleh.

Ingredienti per 4 persone:

– 250 gr prezzemolo a foglie piccole
– 120 gr grano spezzato (burghul)
– 50 gr menta fresca (facoltativo)
– 3 pomodori medi maturi sodi
– 2 cipollotti freschi
– 2 limoni
– olio d’oliva extra-vergine
– sumac (spezia medio-orientale – facoltativo)
– alcune foglie insalata lattuga
– sale

Procedimento:

Lavate bene le erbe e scolatele, preparate dei mazzetti con le foglioline e tagliatele a mano con un coltello affilato (non utilizzare il mixer per questa operazione) . Spremete i due limoni. Lavate sotto l’acqua corrente il burghul in modo da eliminare eventuali residui e lasciatelo in ammollo per farlo ammorbidire (10 minuti circa), sgocciolatelo accuratamente e strizzatelo dall’acqua in eccesso, ponetelo in una ciotola insieme al succo di limone e l’olio d’oliva. Lasciatelo riposare per 1/2 circa in modo che assorba il condimento e risulti tenero, ma non inzuppato. Tagliate i cipollotti a rondelle fini e mescolateli con il sale ed il sumac in polvere. Subito prima di servire aggiungere il burghul alle erbe tritate, poco alla volta. Unite i cipollotti e terminate di condire mescolando bene. Il gusto asprigno del limone deve essere netto e spiccare. Servite l’insalata su un ampio piatto di portata guarnendo con le foglie più chiare e croccanti prese al cuore della lattuga romana che serviranno come cucchiai. Completate con i pomodori maturi tagliati a dadini, privati della polpa e dei semi.