Sgombri con finocchi

Via abbiamo già parlato dello sgombro e delle grandi qualità che racchiude in se, motivo già più che sufficiente per inserire questo preziosissimo pesce all’interno della nostra dieta ed oggi vi mostreremo una ricetta che aumenta il valore di questo pesce grazie all’unione con un altro ingrediente dagli elevati poteri depurativi. Stiamo parlando del finocchio, ma vediamo più in dettaglio cosa ci serve e come realizzare questa tanto buona quanto semplice ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

4 sgombri da porzione,
2 finocchi,
un mazzetto di finocchietto selvatico,
uno spicchio d’aglio,
un cucchiaio di uvetta secca,
1 cucchiaio di pinoli,
4 cucchiai d’olio d’oliva,
1/2 bustina di zafferano,
sale e pepe q.b.

Procedimento:

Ricavate i filetti degli sgombri eliminando la testa, la coda, le interiora e la lisca. Sciacquateli sotto abbondante acqua corrente e asciugateli bene con carta assorbente. Mondate i finocchi, sciacquateli bene e lessateli in abbondante acqua salata, scolandoli al dente. Scaldate due cucchiai d’olio in una larga padella e fatevi cuocere gli sgombri a fuoco medio, tenendoli con la pelle verso l’alto, per circa 5 minuti. Scaldate l’olio rimasto in un’altra padella e fatevi soffriggere lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato. Eliminatelo e gettate nella padella i finocchi tagliati a spicchi. Lasciateli soffriggere per qualche minuto quindi unitevi i pinoli e le uvette. Unite alla fine lo zafferano diluito in poca acqua calda. Lasciate cuocere per 2 minuti, quindi aggiungete i filetti di sgombro. Salate, insaporite con una macinata di pepe e proseguite la cottura per altri 5 minuti. Servite subito ben caldo.