|⇨ Seppie alla Veneziana

Seppie

Le seppie sono una famiglia di molluschi cefalopodi marini diffusi nelle acque tropicali-temperate del globo. Presentano 10 appendici circumorali retrattili: 8 braccia di pari lunghezza e 2 lunghe appendici dotate di ventose denticolate, adibite alla difesa e spesso alla riproduzione.


L’animale presenta anche occhi sporgenti con una pupilla molto sviluppata e a forma di W. Le specie di dimensioni maggiori non superano i 50 cm, e possono raggiungere i 12 kg di peso. Presentano una conchiglia interna, detta “osso di seppia” e una sacca per l’inchiostro, posta in prossimità dell’ano, che viene espulso quando la seppia si sente minacciata.

Possiedono una spiccata capacità mimetica, e possono cambiare il proprio colore, grazie alla presenza nel derma di una ricca rete di cromatofori, dal marrone al nero, dal giallo al rosso. Alcune specie sono dotate di bioluminescenza.

Ingredienti per 4 persone:

– 750 gr Seppie Piccole
– 1 Spicchio Aglio
– 1 Ciuffo Prezzemolo
– 1/2 Bicchiere Vino Bianco
– 4 Cucchiai Olio d’oliva
– Pepe
– Sale

Procedimento:

Pulite le seppie, eliminando l’osso contenuto nella sacca, gli occhi e il becco. Dopo aver tolto la pellicina che le ricopre, staccate la sacca. Lavatele in acqua corrente e tenete da parte il sacchetto dell’inchiostro. Pulite e tritate finemente il prezzemolo. Mettete le seppie in un tegame su fuoco moderato con l’olio e lo spicchio di aglio; quando quest’ultimo è diventato di colore scuro, eliminatelo e condite le seppie con sale e pepe macinato al momento. Fate cuocere le seppie per una ventina di minuti a fuoco lento e a tegame coperto, poi irroratele con il vino e aggiungetevi l’inchiostro. Evitate, durante la cottura, di scoprire il recipiente, ma agitatelo di tanto in tanto. A cottura ultimata, spolverizzate le seppie con il prezzemolo e servitele con il loro condimento.