Polpette di sarde al sugo

Le polpette di sarde al sugo rappresentano un secondo piatto tipico della cucina  palermitana. È una pietanza che facilmente si può gustare anche nelle vecchie taverne della città.

Questo secondo piatto ha come ingrediente principale il solito pesce azzurro che i siciliani preparano in ogni modo. Le polpette di sarde ne sono un esempio originale, facile da preparare e molto gustoso. Inoltre questa ricetta, come per molte altre che vi abbiamo già proposto, può essere preparata in due modi diversi: il primo è quello che stiamo per illustrarvi, mentre il secondo non prevede la cottura definitiva nel sugo.

Le polpette ottenute in quest’ultimo modo, si possono servire accompagnate da un’insalata o dalle più classiche patatine fritte e non fatevi ingannare dall’insolito accostamento delle patate col pesce, perché il risultato finale è veramente buono per non dire di più.

Ingredienti:

500 grammi di sarde
200 grammi pangrattato
50 grammi caciocavallo semi stagionato grattugiato
50 grammi di passoline e pinoli
Foglioline di mentuccia
Due uova
350 grammi di pisellini freschi (oppure surgelati)
Farina 00 q.b.
Olio di semi di arachide per friggere
Una piccola cipolla tritata
Sale e pepe bianco q.b.
200 grammi di concentrato di pomodoro

Procedimento:

Cuocere i piselli (se usiamo quelli surgelati, li scongeliamo in acqua salata bollente con una foglia di alloro e un pizzico di zucchero). Una volta cotti, scolarli, eliminare la foglia di alloro e metterli da parte.

Pulire il pesce privarlo delle teste e diliscarlo completamente e triturarle finemente. Mettere il pesce in una ciotola ed unire il pangrattato, il formaggio grattugiato, le foglioline di menta tritate, le uova e aggiustare di sale e pepe macinato al momento. Con un porzionatore per gelato formare delle polpette, schiacciarle leggermente, passarle a farina, farle rosolarle in una padella con l’olio di semi e adagiarle infine su carta paglia per eliminare l’olio in eccesso.

Tagliare la cipolla finemente e farla imbiondire in un tegame con qualche cucchiaio d’olio. Unire il concentrato di pomodoro sciolto in acqua tiepida, aggiungere un po’ di zucchero per togliere l’acidità, aggiustare di sale e pepe e cuocere a fuoco basso per dieci-quindici minuti circa; a questo punto aggiungere le polpette preparate in precedenza. A cottura quasi ultimata unire alle polpette i pisellini cotti. Completare la cottura e servire.

Tags: