köttbullar

kottbullar

Le köttbullar (letteralmente polpette di carne in lingua svedese) sono un piatto a base di carne tipiche della cucina svedese, di cui sono il piatto nazionale.

Per la preparazione delle köttbullar vengono utilizzati solitamente tre tipi di carne: quella di vitello, di manzo e di maiale. L’ammontare di carne di maiale, che determina un prodotto finale più o meno grasso, varia a seconda del luogo in cui sono cucinate e varia a seconda della longitudine, diminuendo più si va verso il nord Europa. La carne viene macinata finemente ed impastata con della mollica di pane inumidita nel latte. Vengono poi aggiunte una o più patate precedentemente lessate, cipolla soffritta e un uovo. L’impasto viene poi aromatizzato con spezie e erbe, come il prezzemolo, la noce moscata o un tipico pepe giamaicano, il pimento. L’impasto viene poi diviso in piccole porzioni cui viene data una forma sferica, fino a farle diventare delle polpette, che vengono successivamente fritte in olio caldo. Alcune varianti prevedono la bollitura in una pentola piena d’acqua.

Le köttbullar vengono solitamente servite come secondo piatto o come contorno durante il buffet smörgåsbord, accompagnate da una tipica salsa a base di panna e dalla marmellata rossa di lyngon, un frutto di bosco locale simile al mirtillo.

Ingredienti per 4 persone

100 g di carne di vitello
100 g di carne di manzo
100 g di carne di maiale
50 g di mollica bagnata nel latte tiepido
1 patata di circa 100 g
1 cipolla piccola
1 uovo
farina per infarinare
noce moscata
3/4 di litro di brodo di carne
1 ciuffetto di prezzemolo
olio extravergine di oliva delicato
pepe bianco
sale
Per la salsa
40 g di burro
40 g di farina
1/2 litro di latte
1 dl di panna fresca
sale q.b.

Preparazione

Lessate la patata. Pulite la cipolla, tritatela molto sottilmente e fatela appassire a fuoco lento in poco olio. Fate ammorbidire la mollica di pane raffermo in poco latte tiepido e mettetela in una ciotola con la carne macinata molto finemente, la patata schiacciata con la forchetta, la cipolla appassita, l’uovo, il prezzemolo tritato, la noce moscata, il sale, il pepe.
Lavorate il tutto fino a ottenere un impasto omogeneo, quindi preparate le polpette, sferiche e di circa 2,5 cm di diametro. Infarinatele leggermente e soffriggetele nell’olio finché non sono dorate. Rimuovetele e mettetele a scolare in uno scolapasta.
In una padella ampia, che possa poi contenere tutte le polpette senza sovrapporle, fate bollire il brodo. Immergetevi le polpette e lasciatele cuocere coperte e a fuoco basso per 10 minuti, poi toglietele dal brodo e tenetele da parte. Restringete il brodo rimasto fino a dimezzarne la quantità.
Preparate la salsa béchamel in questo modo: fate fondere il burro in una casseruola e unitevi la farina. Mescolate per 2-3 minuti. Aggiungete metà del latte bollente, il sale e mescolate fino all’ebollizione. Versate l’altro latte bollente e cuocete per 8 minuti sempre mescolando. Riscaldate il brodo ristretto, unitevi la béchamel e la panna. Scaldate le polpette in questa salsa e servitele con patate bollite calde e, se vi piace, la marmellata di frutti di bosco.