|⇨ Fiori di zucca fritti alla birra

Fiori di zucca fritti alla birra

Siamo giunti al consueto appuntamento con la nostra rubrica settimanale dedicata alla cucina vegetariana/vegana ed apriamo questo nostro appuntamento settimanale proponendovi la ricetta dei nostri Fiori di zucca fritti alla birra.


I Fiori di zucca fritti alla birra è un delicato antipasto che qui viene proposto secondo la filosofia della cucina vegetariana/vegana. Questo antipasto vi incuriosirà prima per i suoi accostamenti, per poi conquistarvi con i suoi profumi e sapori unici ed indescrivibili, profumi e sapori tipici della cucina mediterranea. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter realizzare i nostri Fiori di zucca fritti alla birra.

Ingredienti per 2 persone:

– fiori di zucca o zucchina
– farina 00
– birra
– olio d’oliva

Procedimento:

Per questa ricetta sono necessari dei fiori di zucca o zucchina belli freschi e piuttosto grandi. La pastella viene fatta con la birra per rendere la frittura ancora più soffice e gustosa. La birra deve essere ben fresca di frigo. Le quantità sono variabili a seconda di quanti fiori si intendono friggere: man mano che la pastelle finisce, se ne prepara dell’altra. Prepariamo la pastella con la farina 00, un po’ di sale e la birra; mescoliamo bene con la forchetta fino ad ottenere un composto omogeneo, spumoso e molto denso. Aggiungiamo ulteriore birra o ulteriore farina fino a ottenere la giusta densità. Nel frattempo, mettiamo a scaldare in una padella l’olio d’oliva, coprendo il fondo della padella per circa un centimetro; controlliamo quando è pronto immergendovi uno stecchino: quando si formeranno delle bollicine attorno allo stecchino, sarà pronto. Immergiamo il primo fiore di zucca nella pastella e facciamolo ben impregnare di impasto. Giriamolo, in modo che sia ricoperto di pastella su ambo i lati. Immergiamolo subito nell’olio e facciamolo friggere. Proseguiamo allo stesso modo con altri fiori. Quando la padella è piena, iniziamo a girare, con una spatola di legno, i primi fiori immersi. Lasciamo cuocere fino a che diventano ben dorati, girandoli più volte, sempre a fuoco vivo. Posiamoli su un piatto ricoperto di carta assorbente, in modo che l’olio in eccesso venga assorbito. Ricominciamo poi a impastellare altri fiori e procediamo allo stesso modo, fino a esaurimento dei fiori. Ne risulta un piatto goloso e sfizioso, tanto migliore quando più freschi e gustosi saranno i fiori. Ottimo come antipasto, o come imbottitura di un panino, o come secondo se mangiato in quantità! Una possibile variante è utilizzare al posto della birra dell’acqua minerale frizzante fresca di frigo.