Cotoletta Di Melanzane

Le melanzane a cotoletta sono un classico piatto della cucina povera siciliana che, prende a modello una pietanza non siciliana: la cotoletta alla milanese. Della nostra ricetta che,  come per tanti altri che vi abbiamo già presentato, ne esiste una variante più “ricca”, che differisce sia per il curioso nome di  “Sciàtre e Màtre” che per ingredienti. Si tratta di due fette di melanzane tunisine farcite di besciamella, anch’esse fritte, in uso nella Sicilia Orientale, e precisamente nella provincia di Siracusa.

Il suo nome deriva da un detto “sciàtre e màtre”, che noi siciliani usiamo quando vogliamo commentare qualcosa che ci ha impressionato particolarmente, e che a Palermo in alcune parti dell’isola viene completato con un non meglio identificato…“e vogghiu riri. Tuttavia, quel che è più  appropriato alla ricetta deriva dall’arabo col preciso significato di meravigliare, di sorprendere per la sua bontà.

Quella che invece stiamo per presentarvi è la sua variante più povera, ma anche la più diffusa e famosa. Ho detto povera, ma solo a livello calorico, perché a livello di gusto, vi garantiamo che non ha nulla da invidiare all’altra variante che comunque vi presenteremo domani.

Ingredienti:

Due melanzane tunisine
Uova q.b.
Sale q.b.
Farina bianca q.b.
Pangrattato q.b.
Olio extravergine d’oliva per friggere

Procedimento:

Sciacquare le melanzane e tagliarle a dischi, spessi circa un centimetro, passarle a farina, quindi nell’uovo battuto con poco sale e poi sul pangrattato. Friggere in padella, con abbondante olio, avendo cura di rigirare le melanzane da tutte e due le parti.

Tags: