Coniglio Ripieno

Coniglio ripienoLa carne di coniglio risulta essere un grosso business per l’Italia, in quanto il nostro paese risulta essere il primo produttore, oltre che il primo consumatore di questo cibo. Tutto ciò nonostante il coniglio sia una carne superata, nei consumi italiani, da quelle bovine, avicole e suine. Il controllo della qualità del prodotto finale è il fiore all’occhiello della produzione italiana, in piena sintonia con la maggiore sensibilità degli acquirenti sulla propria salute e di riflesso sulla bontà dei cibi che vengono mangiati.

Infatti negli ultimi tempi la carne di coniglio viene acquistata per il suo valore nutritivo, ossia per il buon contenuto proteico e per la limitata concentrazione di grasso, che si trova di norma prevalentemente sulla pelle, risultando quindi di facile asportazione, Infine il coniglio è caratterizzato da un favorevole rapporto fra acidi grassi insaturi e saturi.

La carne di coniglio presenta un contenuto di colesterolo inferiore rispetto alla carne di altre specie (inferiore a 50 mg/100 g di carne), al contrario ha una buona concentrazione di fosforo, potassio e magnesio, mentre calcio, ferro e sodio sono presenti in quantità limitate.

Ingredienti:

  • 1 coniglio,
  • olive,
  • pinoli,
  • sale,
  • pepe,
  • burro,
  • vino bianco.

Procedimento:

Con un coltello affilatissimo disossare il coniglio sino ad ottenere un’unica grossa fetta di carne, cospargerla di olive tritate, pinoli, sale e pepe. Arrotolare il tutto, “legare a rollata” e rosolare per 10 minuti in una pentola con un poco di burro. Bagnare con vino bianco e passare al forno a 180°C per 30 minuti girandolo di tanto in tanto. Servire affettato bagnando con il fondo di cottura. Una variante prevede anche alcune fette di pancetta nel ripieno.