Capesante al Gratin

Il Pecten jacobaeus, volgarmente noto come capasanta, cappasanta, pettine di mare o conchiglia di San Giacomo, è un mollusco bivalve a struttura inequivalve, provvisto di 14-16 costole striate che si irradiano dalla cerniera. Questo mollusco, molto apprezzato per il sapore delicato, andrebbe consumato nei mesi che vanno da maggio ad agosto compreso, mesi che corrispondo al periodo migliore per il consumo, anche se la pesca viene effettuata durante tutto l’anno.

Ingredienti per 4 persone:

–  1000 g di capesante;
–  100 g di pangrattato;
–  2 patate;
–  1 cipolla;
–  1 spicchio di aglio;
–  1 cucchiaio di prezzemolo;
–  5 cucchiai di olio d’oliva extra-vergine;
–  sale q.b.;

Procedimento:

Mettete le capesante in un largo tegame con coperchio quindi cuocete a fuoco vivo fino a che si saranno aperte poi scolatele e togliete i molluschi dalle conchiglie. Lessate separatamente a metà cottura le patate e la cipolla, scolatele, pelate le patate poi affettate entrambe le verdure e sistematele in una pirofila unta con 1 cucchiai d’olio. Mescolate in un piatto fondo il pangrattato con il prezzemolo tritato insieme all’aglio, un pizzico di sale e 2-3 cucchiai d’olio. Rotolate nel composto le capesante, suddividetele in 4 conchiglie cospargendole con l’eventuale rimanenza di pangrattato. Adagiatele sulle patate, irrorate con 1 cucchiaio d’olio quindi passate in forno caldo a 200°C per circa 15-20 minuti. Prima di servire incoperchiate con le altre conchiglie ben lavate e asciugate.